cerca CERCA
Venerdì 01 Luglio 2022
Aggiornato: 21:30
Temi caldi

Draghi vede Pelosi: "Porto il desiderio di pace dell'Ue"

11 maggio 2022 | 22.20
LETTURA: 1 minuti

"Non è in gioco solo l'integrità territoriale dell'Ucraina, la sua sovranità, la sua indipendenza"

alternate text
- (Fotogramma)

"Porto il desiderio di pace dell’Europa". Così il premier Mario Draghi nell’incontro con la speaker Nancy Pelosi e con i leader del Congresso. "Per me essere qui significa che un pezzo dell'Ue è qui sono felice di essere qui non solo come italiano ma anche come europeo. Questo incontro si svolge in un momento difficile per tutti i nostri paesi. L'invasione russa dell'Ucraina rappresenta una sfida importante per i valori al centro della democrazia. Non è in gioco solo l'integrità territoriale dell'Ucraina, la sua sovranità, la sua indipendenza. Questo è un attacco al sistema internazionale basato sulle regole che abbiamo costruito insieme dopo la seconda guerra mondiale", dice il presidente del Consiglio.

"Stiamo fornendo supporto militare all'Ucraina come ci ha chiesto il presidente Zelensky, una decisione che ha ricevuto un ampio sostegno nel nostro Parlamento. Sosteniamo l'adesione dell'Ucraina all'Unione Europea", aggiunge, ricordando che "l’Italia è fortemente impegnata a sostenere l'Ucraina a tutti i livelli. Abbiamo già stanziato 110 milioni di euro per le esigenze di bilancio dell'Ucraina e recentemente abbiamo aggiunto fino a 200 milioni di euro in prestiti".

"Abbiamo accolto in Italia 110.000 profughi ucraini e abbiamo stanziato 800 milioni di euro per sostenerli, insieme ad altri fondi e donazioni in natura per scopi umanitari", dice ancora. "In quanto forti alleati, siamo fermi nel nostro impegno a promuovere la pace e la stabilità a lungo termine. E’ essenziale continuare a rafforzare le nostre relazioni in tutti i contesti, insieme ai nostri partner dell'Ue".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza