cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

Droga: Camera vota oggi fiducia su Dl, ecco cosa cambia/Scheda

29 aprile 2014 | 12.49
LETTURA: 2 minuti

Roma, 29 apr. (Adnkronos Salute) - Niente carcere per il piccolo spaccio, possibilità di lavori di pubblica utilità per condanne lievi legate alla droga, riduzione di sanzioni per l'uso personale di sostanze stupefacenti, reintroduzione e rimodulazione della distinzione tra droghe leggere e pesanti. Sono le principali novità contenute nel disegno di legge di conversione del decreto-legge 36/2014 su droghe e farmaci 'off label', per il quale è previsto per oggi alle 18 in aula alla Camera il voto sulla questione di fiducia posta ieri dal Governo.

L'intervento si è reso necessario dopo che la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la legge Fini-Giovanardi e a seguito del caso 'Avastin-Lucentis', due medicinali per la cura di disturbi oculari, l'uno molto meno caro dell'altro, ma privo di specifica indicazione d'uso. L'Antitrust ha sanzionato con una multa da 180 milioni di euro le aziende farmaceutiche Roche e Novartis per un cartello che avrebbe condizionato le vendite di questi due prodotti, con un esborso aggiuntivo per il Sistema sanitario nazionale stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012.

Nel dettaglio, il decreto legge 36/2014 rimodella le tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope ridistribuendo al loro interno le sostanze in modo da renderle coerenti con il regime sanzionatorio antecedente alla legge Fini-Giovanardi; ricomprende nelle tabelle le circa 500 nuove sostanze classificate a decorrere dal 2006; ripristina la disciplina sulle modalità di prescrizione, dispensazione e registrazione dei medicinali impiegati nella terapia del dolore severo, su cui aveva avuto effetto la sentenza della Consulta; garantisce, a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto-legge, la continuazione degli effetti degli atti amministrativi adottati ai sensi del Testo unico sugli stupefacenti (Dpr 309/1990). (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza