cerca CERCA
Giovedì 30 Giugno 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Due anni fa sull'aereo EgyptAir la scritta: "Lo tireremo giù"

22 maggio 2016 | 15.36
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(AFP PHOTO) - (AFP PHOTO)

"Tireremo giù questo aereo". E' questa la scritta che circa due anni fa venne tracciata in arabo da alcuni vandali sulla carlinga dell'Airbus A320 dell'EgyptAir, inabissatosi misteriosamente nel Mediterraneo. L'episodio, che assume un significato inquietante alla luce della tragedia che si è consumata giovedì, è rivelato dal 'New York Times'.

Il quotidiano Usa ha raccolto le testimonianze di tre addetti alla sicurezza della compagnia egiziana che hanno riferito che la scritta fu opera di persone che lavoravano all'aeroporto del Cairo. Inoltre, con un gioco di parole, sull'aereo furono tracciate anche le scritte "traditore" e "assassino", rivolte al presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi.

I tre funzionari della sicurezza, intervistati separatamente dal 'New York Times' chiedendo di mantenere l'anonimato, hanno riferito che all'epoca i graffiti vennero messi in relazione alla situazione politica egiziana, più che alla minaccia jihadista. Scritte simili indirizzate ad Al Sisi erano frequenti in quei giorni sui muri del Cairo, dopo la deposizione nel 2013 del presidente eletto Mohamed Morsi da parte dei militari.

Da allora, hanno raccontato i funzionari, l'EgyptAir ha licenziato vari dipendenti a causa delle loro inclinazioni politiche ritenute vicine alla Fratellanza Musulmana, il movimento che sosteneva Morsi. Inoltre, sono stati rafforzati i controlli sui membri degli equipaggi e introdotta la prassi di far salire a bordo tre agenti di sicurezza disarmati durante i voli. Tre di questi agenti sono morti nell'incidente di giovedì.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza