cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Expo: streetfood sostenibile con progetto raccolta bottiglie

26 maggio 2015 | 17.36
LETTURA: 5 minuti

Promosso da Levissima e Amsa a Milano

alternate text

Street food, chioschi gourmet, truck gastronomici, eventi itineranti: sono solo alcuni degli ingredienti di Expo in città, che porterà per le vie di Milano - durante i mesi estivi - prelibatezze da gustare ‘on the go’, mentre si passeggia. Ma, accanto al buon cibo, a permeare la città di Milano in questi mesi saranno anche le pratiche legate al concetto di sostenibilità che passano per il packaging e si traducono nel limitare gli sprechi e favorire la raccolta differenziata dei materiali.

Per favorire questo circolo virtuoso, il Gruppo Sanpellergino, da anni impegnato nel diffondere le buone pratiche della raccolta differenziata, in un momento di così grande visibilità per la città di Milano, offre un servizio concreto ai cittadini e ai visitatori provenienti da tutto il mondo, incentivando la raccolta delle bottiglie in Pet nelle vie dello street food.

Il Gruppo Sanpellegrino, tra le più significative realtà nel campo del beverage in Italia e da sempre impegnato nel dare vita a packaging che coniugano sicurezza e sostenibilità ambientale, abbraccia infatti appieno questa filosofia. “La bottiglia rappresenta per noi la cassaforte dell’acqua minerale, perché porta questa risorsa preziosa sulle tavole dei consumatori pura, esattamente come sgorga. Proprio per rispondere a queste esigenze, il materiale che maggiormente utilizziamo per imbottigliare l’acqua minerale è il Pet: plastica leggera, sicura e al 100% riciclabile, che può avere nuova vita, se correttamente avviata al riciclo”, spiega Stefano Agostini, presidente e ad del Gruppo Sanpellegrino.

L’iniziativa, promossa dal Gruppo Sanpellegrino attraverso il marchio di acqua minerale Levissima, vede protagoniste delle cargo bike ecologiche, realizzate artigianalmente dall’azienda italiana Taurus, che saranno attrezzate con due cestoni per la raccolta differenziata: giallo, per plastica e lattine, e verde, per vetro. Nei weekend estivi, da fine giugno a fine settembre, gireranno tra piazza Castello, corso Garibaldi e corso Como, per rendere possibile la raccolta differenziata dei rifiuti, anche fuori casa, regalando così nuova vita ai materiali e rendendo la città più pulita e accogliente.

L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Comune di Milano ed è realizzata in partnership con Amsa - azienda di igiene urbana della città - che affiderà a un gruppo di suoi operatori la guida delle cargo bike e la sensibilizzazione del pubblico. Grazie a un piano di lavoro organizzato su più turni, sarà coperta l’intera giornata, dalle ore 11 alle 19.

Da parte sua, l’assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, commenta: “Ringrazio Sanpellegrino e Amsa per questo bel progetto che consentirà di realizzare anche su strada un’attività che oggi, nelle case dei cittadini, viene svolta con attenzione e nel rispetto per l’ambiente. La raccolta differenziata infatti a Milano è quasi al 55%, un dato che ci pone sul podio delle grandi città più virtuose d’Europa insieme a Vienna. Iniziative come questa consentono da un lato di sperimentare la differenziazione, anche in forme diverse e innovative, dall’altro di sensibilizzare ancora di più i milanesi e i tanti turisti che arrivano per Expo”.

Il Gruppo Sanpellegrino ha coinvolto in questa campagna di sensibilizzazione anche Ied, l’Istituto europeo di design. Gli studenti dei corsi in Product Design, Illustrazione e Animazione e Graphic Design, durante una sessione creativa, hanno lavorato al concetto di raccolta differenziata e riciclo dei materiali, focalizzando l’attenzione sul consumo ‘on the go’, che tocca i giovani molto da vicino.

Hanno dato libero sfogo al loro estro per rendere ancora più impattante la campagna e personalizzare le cargo bike con grafiche e messaggi educativi e al tempo stesso coinvolgenti. La proposta creativa che ha conquistato la giuria - composta da docenti Ied, rappresentanti del Gruppo Sanpellegrino e di Amsa - è stata ideata da Zala Vrbek, che ha ricevuto una borsa di studio come riconoscimento per l’impegno e l’importante contributo.

Come sottolinea Stefano Agostini, “durante una manifestazione importante come Expo 2015, siamo orgogliosi di collaborare con il Comune di Milano e con Amsa per rendere ancora più accogliente e virtuosa la città". "E’ un successo quando la sinergia tra enti pubblici ed aziende private, come la nostra, incoraggia atteggiamenti volti al benessere della società e dell’ambiente: cittadini consapevoli di ciò che accade ai rifiuti che producono rappresentano persone con una buona coscienza civile”, sottolinea.

“Amsa partecipa attivamente a tutte le iniziative - dichiara la presidente di Amsa Gruppo A2A, Emilia Rio - che hanno la finalità di incentivare il recupero dei rifiuti riciclabili. Abbiamo particolarmente apprezzato l’idea del Gruppo Sanpellegrino di realizzare delle cargo bike dotate di cestoni, che potranno così contribuire alla raccolta di materiali riciclabili nelle zone centrali di Milano in cui saranno ospitati gli eventi di Expo in città".

"I nostri operatori che condurranno le cargo bike saranno pronti a sensibilizzare e a fornire chiarimenti al pubblico sulla raccolta differenziata, in linea con la missione aziendale di salvaguardia dell’ambiente”, assicura.

E il progetto avrà un seguito. Il Gruppo Sanpellegrino, al termine dell’attività di raccolta delle cargo bike, farà una donazione al Comune di Milano per l’allestimento di un’area verde della città con oggetti di utilità pubblica, rigorosamente in Pet riciclato. Tutti i cittadini potranno, così, toccare con mano che il Pet raccolto, grazie al loro contributo, è diventato una vera e propria risorsa per la comunità.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza