cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 22:13
Temi caldi

È stata presentata oggi la 296 GTB, nuova berlinetta sport Ferrari a motore centrale-posteriore

24 giugno 2021 | 18.09
LETTURA: 2 minuti

alternate text

La nuovissima 296 GTB rappresenta la più recente evoluzione del concetto di berlinetta sportiva a 2 posti a motore centrale-posteriore della Casa di Maranello. La vettura rappresenta una vera rivoluzione per Ferrari in quanto introduce una nuova motorizzazione che si affianca ai pluripremiati propulsori a 8 e 12 cilindri, vale a dire un V6 turbo a 120° da 663 CV accoppiato a un motore elettrico in grado di erogare ulteriori 122 kW (167 CV). Si tratta del primo 6 cilindri della storia per una vettura stradale con il logo del Cavallino Rampante: i suoi 830 CV complessivi regalano performance ineguagliabili sfoggiando un sound innovativo, esaltante e unico nel suo genere. La velocità massima è superiore ai 330 km/h con una incredibile accelerazione che blocca il cronometro a soli 2,9 secondi per passare da 0 a 100 Km/h.

La verà novità è data dallìarchitettura ibrida plug-in (PHEV) a trazione posteriore, in cui il motore termico MGU-K è integrato a un motore elettrico che deriva dall’applicazione in Formula 1 e ne eredita anche il nome. Grazie a un design innovativo basato sulla saldatura laser, la batteria ad alto voltaggio posizionata nel pianale vettura ha una capacità di 7,45 kWh e un rapporto potenza/peso assolutamente competitivo.

Visto le prestazioni L'aerodinamica è come sempre curata nei minimi particolari come lo spoiler mobile posteriore che genera carico verticale di 360 kg a 250 km/h in condizioni di guida e frenata ad alta velocità, estremizzando le prestazioni della vettura come la riduzione della distanza dal fondo stradale esasperando quindi l’aspirazione prodotta grazie all’effetto suolo, nonché il downforce anteriore.

Gli interni della 296 GTB rimarcano il concetto di pulizia formale tramite una semplificazione delle forme che integra i contenuti tecnologici all’interno di rivestimenti sobri, una volta accesa mostra invece un’interfaccia moderna, ergonomica e interamente digitale. La zona passeggero ha un aspetto minimalista; il display, di serie sulla 296 GTB, offre la possibilità di vivere il viaggio in modo partecipe, quasi come un copilota.

Chi invece desidera sfruttare al massimo le caratteristiche più estreme della vettura può configurare la 296 GTB con l’allestimento Assetto Fiorano, ottenendo così le migliori performance grazie a significativi contenuti aerodinamici e di riduzione peso. Tra questi ultimi spiccano gli ammortizzatori Multimatic derivati dalle competizioni GT, dotati di regolazione fissa ottimizzata per l’utilizzo in pista; le appendici ad alto carico in fibra di carbonio sul paraurti anteriore che permettono alla vettura di ottenere fino a 10 kg di carico verticale in più; e l’esteso impiego di materiali leggeri come la fibra di carbonio sia negli interni, sia negli esterni della vettura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza