cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 16:51
Temi caldi

Ebola, Oms: "Cresce il numero dei casi, i morti sono ormai quasi 900". Un caso sospetto in Arabia Saudita

05 agosto 2014 | 10.34
LETTURA: 3 minuti

Solo dal 31 luglio al 4 agosto, nei tre Paesi in cui si è diffuso il virus (Guinea, Liberia e Sierra Leone) sono stati registrati 163 nuovi casi e 61 morti. Nell'ospedale di Gedda in corso test su un uomo rientrato di recente dalla Sierra Leone. Anche in Italia si studiano farmaci. Un religioso dei Fatebenefratelli morto in Liberia. Migliora, grazie a un vaccino sperimentale, Kent Brantley, il medico Usa ricoverato all'Emory University Hospital di Atlanta (FOTO)

alternate text
(Fermo immagine da un video di Medici senza Frontiere)

Il virus Ebola continua a far paura in Africa, secondo l'ultimo aggiornamento dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms): cresce il numero dei casi, 1603, e dei decessi, 887. Dal 31 luglio al 4 agosto, nei tre Paesi in cui si è diffuso il virus, Guinea, Liberia e Sierra Leone sono stati registrati 163 nuovi casi e 61 morti. In Guinea, 13 nuovi casi e 12 decessi ; in Liberia, 77 e 28 morti; in Nigeria, 1 caso e nessuna vittima; in Sierra Leone, 72 nuovi casi e 21 decessi.

E un caso sospetto si registra in Arabia Saudita. Il ministero della Sanità di Riad ha infatti riferito che nell'ospedale di Gedda sono in corso test su un uomo rientrato di recente dalla Sierra Leone e che presenta ''sintomi della febbre virale emorragica'' riconducibili a quelli dell'Ebola. Si tratta di misure precauzionali, fa sapere il ministero citato da al-Arabiya, mentre ieri aveva annunciato che non saranno emessi visti per l'umrah e l'hajj per i pellegrini provenienti dalla Sierra Leone, dalla Guinea e dalla Liberia, i Paesi più colpiti dall'epidemia. ''Abbiamo dato istruzioni ai funzionari a tutti i posti di ingresso'' nel Paese, ha detto il portavoce del ministero della Sanità Khalid Marghalani citato dal quotidiano Saudi Gazette. ''Abbiamo addestrato il nostro personale all'identificazione e al trattamento dei casi di Ebola e al controllo dell'infezione se dovesse verificarsi'', ha aggiunto.

Intanto la Banca mondiale ha deciso di stanziare 200 milioni di dollari di fondi per l'emergenza Ebola in Guinea, Liberia e Sierra Leone. Un aiuto per cercare di contenere la diffusione del virus in Africa e contribuire ad affrontare l'impatto economico dell'emergenza e migliorare i sistemi di sanità pubblica in tutta l'Africa occidentale. E' quanto si legge in una nota pubblicata sul sito web della Banca Mondiale. Il presidente del gruppo, Jim Yong Kim, medico esperto nel trattamento delle malattie infettive, ha precisato che "il nuovo finanziamento è una risposta ai Paesi africani più colpiti dal virus Ebola e all'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per incrementare l'assistenza sanitaria alla popolazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza