cerca CERCA
Lunedì 02 Agosto 2021
Aggiornato: 03:00
Temi caldi

Ecco cosa c'è dietro il flop dei 5 Stelle

12 giugno 2017 | 14.29
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Enorme batosta per i 5 Stelle alle amministrative. Il MoVimento è infatti fuori dai ballottaggi in tutte le grandi città, a partire da Genova, patria di Beppe Grillo. E a seguito della sonora sconfitta sono partite le riflessioni sulle possibili motivazioni di una tale Caporetto. Il pensiero di molti è andato subito ad una delle regole fondative del MoVimento 5 Stelle: il vincolo del doppio mandato.

Questo principio prevede l'impossibilità per i candidati pentastellati di restare in carica per più di due mandati, a qualsiasi livello: consigliere comunale, regionale, deputato o senatore. Indubbiamente si tratta di una regola che gioca un ruolo importante all'interno del MoVimento. Molti consiglieri comunali grillini,infatti, terminato il primo mandato, non vogliono candidarsi per la seconda volta alle amministrative della propria città perché sarebbe la loro ultima possibilità di ricoprire una carica come rappresentate grillino. Per questo preferiscono giocarsi una possibilità in Parlamento e mettere da parte la carica di sindaco.

Esattamente quello che è successo a Mira, dove il sindaco uscente Alvise Maniero (M5S) si è tirato fuori dal possibile secondo mandato “per giocarsi una chance in Parlamento”. Questa la riflessione che Massimo Bugani, capogruppo del MoVimento a Bologna, ha fatto oggi in una intervista rilasciata a Radio Città del Capo. Secondo Bugani, il caso di Mira testimonia come la regola del doppio mandato sia “assolutamente limitante dal punto di vista della riconoscibilità sul territorio."

Per i 5 Stelle mettere da parte la regola del doppio mandato significherebbe mettere in discussione il principio cardine ed 'intoccabile' di tutta la loro ideologia. Restituzione di soldi pubblici in eccesso e divieto di essere eletti per più di due mandati, sono infatti le leggi storiche su cui si fonda il MoVimento 5 Stelle. "Il MoVimento 5 Stelle è una comunità di cittadini fondata su delle regole. Sono poche, chiare e semplici. Proprio per questo inamovibili." aveva detto Grillo qualche mese fa. Forse la sonora sconfitta alle amministrative farà cambiare idea al leader pentastellato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza