cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

Stime Camera commercio di Monza

Brasile 2014: effetto mondiali, più carne caffè e cacao brasiliani

13 giugno 2014 | 09.59
LETTURA: 2 minuti

Elaborazioni dell’ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Istat-Coeweb.

alternate text

I riflettori sugli eventi internazionali amplificano il brand del Paese e creano indotto e i mondiali di calcio rendono meglio di Expo e Olimpiadi, in termini di ritorno economico e di immagine. Considerando il trend delle ultime Coppe del mondo disputate, il valore delle esportazioni è aumentato di circa il 7% a Mondiale. E’ quanto emerge da stime e elaborazioni dell’ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Istat-Coeweb.

Così con Brasile 2014, gli effetti si sentiranno, tra l’altro, sulle esportazioni di carne, caffè, tè e cacao (in termini assoluti un effetto mondiale che vale per queste voci circa 55 milioni di euro). Un effetto sia per chi cercherà il made in Brazil tra gli scaffali del supermercato, sia per chi, spinto dalle immagini in tv del Paese carioca, cercherà la stessa atmosfera tra le ‘churrascherie’ in Italia (150 circa i titolari brasiliani di attività legate alla ristorazione).

Non solo più carne, ma anche più esportazioni di cuoio e pelli dal Brasile verso l’Italia (+22 milioni di euro), destinate al settore di abbigliamento e accessori. E con la Coppa del Mondo nel 2010, l’export della Repubblica Sudafricana verso l’Italia è aumentato del 18,7%, così come per Germania 2006 le esportazioni tedesche hanno registrato +10,2% e del +5,4% crescevano quelle francesi nel 1998.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza