cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 15:00
Temi caldi

Egitto: processo giornalisti al-Jazeera, chiesto massimo della pena

05 giugno 2014 | 14.41
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - La procura del Cairo ha chiesto "il massimo della pena" per i 20 imputati del processo contro la tv satellitare del Qatar, al-Jazeera, accusata di sostegno ai Fratelli Musulmani, movimento messo al bando dalle autorita' egiziane lo scorso anno. Le pene richieste vanno dai 15 ai 25 anni di detenzione. Tra gli imputati ci sono il giornalista australiano Peter Greste e i suoi colleghi Mohamed Fadel Fahmy e Baher Mohamed.

I tre sono stati arrestati lo scorso dicembre con l'accusa di aver "danneggiato la sicurezza nazionale" con la trasmissione di notizie false sulla situazione in Egitto. Greste ha trascorso un mese in isolamento prima che l'accusa nei suoi confronti fosse formulata. Da febbraio 2014 condivide la cella con Fahmy e Mohamed. La vicenda ha suscitato lo sdegno della comunita' internazionale e anche l'Alto commissariato Onu per i diritti umani ha chiesto piu' volte alle autorita' egiziane il "rilascio immediato" dei reporter arrestati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza