cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 08:41
Temi caldi

Elezioni 2021, i risultati: Roma, Milano, Bologna, Napoli, Torino

05 ottobre 2021 | 09.31
LETTURA: 3 minuti

Nella Capitale è ballottaggio Gualtieri-Michetti. Vittoria al primo turno per il centrosinistra con Sala, Manfredi e Lepore

alternate text
(Foto Fotogramma)

Elezioni 2021. Roma e Torino al ballottaggio, mentre Milano, Napoli e Bologna chiudono la partita al primo turno. Nella Capitale, il candidato del centrodestra Enrico Michetti (30,15%) tra due settimane dovrà affrontare il candidato di centrosinistra Roberto Gualtieri (27,03). Carlo Calenda più votato della sindaca uscente Virginia Raggi (19,82% contro 19,08%).

Leggi anche

A Milano, il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala è stato eletto sindaco con il 57,73% dei voti al termine dello scrutinio nelle 1.248 sezioni. Lo sfidante di centrodestra Luca Bernardo si è fermato al 31,97%. Gli altri candidati hanno totalizzato: Luigi Paragone, appoggiato da Milano Paragone sindaco e Grande nord, il 2,9%, Layla Pavone (M5s) 2,70%, Gabriele Antonio Mariani (Milano in Comune e Civica Ambienta lista) all'1,57%, Giorgio Goggi (Socialisti di Milano e Milano liberale) lo 0,71%, Bianca Miriam Tedone (Potere al Popolo) lo 0,57%, Mauro Festa (Partito Gay) lo 0,46%, Teodosio De Bonis (3V) lo 0,45%, Marco Muggiani (Pci) lo 0,29%, Alessandro Fabio Pascale (Partito comunista) lo 0,27%, Bryant Biavaschi (Milano inizia qui) lo 0,18% e Natale Azzaretto (Partito comunista dei lavoratori) lo 0,11%.

Anche a Bologna sindaco eletto al primo turno. A conclusione dello spoglio delle 445 sezioni, i dati del Viminale fanno registrare il 61,9% dei voti per il candidato del centrosinistra Matteo Lepore, contro il 29,64% dei voti di Flavio Battistini, candidato del centrodestra.

Va al ballottaggio Torino dove, terminato lo spoglio in tutte le 919 sezioni, il candidato di centrosinistra Stefano Lo Russo ha ottenuto il 43,86% e il candidato di centrodestra Paolo Damilano al 38,90%. La candidata di M5s ed Europa Verde Valentina Sganga si è fermata al 9,01%. Ecco quanto hanno attenuto gli altri candidati: Angelo D'Orsi (Sinistra anticapitalista-rifondazione comunista-dema), Pci, Potere al Popolo) 2,53%, Ugo Mattei (Futura per i beni comuni) 2,32%, Ivano Francesco Verra (Italexit, Noi cittadini) 0,84%, Davide Betti (Partito Gay e Partito animalista) 0,70%, Giuseppina Di Cristina (Partito comunista, Torino città futura) 0,66%, Paolo Alonge (3V) 0,52%, Roberto Salerno (Mat) 0,28%, Lorenzo Varaldo (Divieto di licenziare) 0,17%, Massimo Chiesi (Partito comunista dei lavoratori) 0,12%, Emilio Mazza (Torino Capitale d'Europa Basta Isee) 0,08%.

A Napoli Gaetano Manfredi, appoggiato da una larga coalizione che comprende anche Pd e M5s, è il nuovo sindaco con il 62,88% dei voti. Dai dati definitivi del Viminale, quando sono ormai scrutinate tutte le 884 sezioni, Catello Maresca si è fermato al 21,88% e viene eletto consigliere. Eletto consigliere anche Antonio Bassolino, candidato con il sostegno di 5 liste, che ha ottenuto l'8,20%. In consiglio entra anche l'ex assessore Alessandra Clemente, appoggiata tra tre liste (Alessandra Clemente sindaco, Potere al Popolo e Napoli 20 30). Restano fuori invece gli altri tre candidati: Matteo Brambilla (Napoli in movimento no alleanze) allo 0,62%, Giovanni Moscarella di 3V allo 0,52%, Rosa Solombrino (Equità territoriale) allo 0,31%.

Si va al ballottaggio a Trieste tra il candidato del centrodestra Roberto Di Piazza e quello di centrosinistra Francesco Russo. A conclusione dello spoglio delle 238 sezioni, Dipiazza ha ottenuto il 46,92% dei voti, contro il 31,65% di Russo.

Antonfrancesco Vivarelli Colonna è il nuovo sindaco di Grosseto. A conclusione dello spoglio di tutte le 76 sezioni, Vivarelli Colonna, candidato di centrodestra, ha ottenuto il 56,2% dei voti, contro il 31,09% del candidato di centrosinistra-M5s Leonardo Culicchi.

In Calabria il candidato di centrodestra Roberto Occhiuto è stato eletto al primo turno presidente della Regione Calabria con il 54,46% dei voti. La sfidante, appoggiata tra le altre liste da Pd e M5s, Amalia Cecilia Bruni si è fermata al 27,68%. Dai dati definitivi del Viminale Luigi de Magistris, appoggiato da sei liste, ha ottenuto il 16,17% mentre l'ex governatore Mario Oliverio con la sua lista ha totalizzato l'1,70%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza