cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 10:42
Temi caldi

Elezioni 2022, ecco gli eletti Pd tra conferme e new entry

27 settembre 2022 | 15.53
LETTURA: 4 minuti

Letta, Guerini, Orlando e Zingaretti (eletto per la prima volta) alla Camera, Franceschini trasloca al Senato. Le novità: i giovani e la 'carica' dai territori tra segretari regionali, consiglieri e sindaci

alternate text

Molte conferme di uscenti, qualche ritorno in Parlamento dopo aver saltato un giro e diverse new entry tra giovani ed esponenti dei territori. La nuova geografia dei gruppi Pd di Camera e Senato si va delineando. Mancano alcuni nomi visto che big, come Enrico Letta, sono stati eletti da più parti e, da regolamento, verrà loro assegnato il seggio dove la lista ha ottenuto la percentuale più bassa.

I 'CONFERMATI' A MONTECITORIO - Partendo da Montecitorio e dalle conferme tornano alla Camera dei deputati Anna Ascani, Laura Boldrini, Chiara Braga, Enza Bruno Bossio, Luciano D'Alfonso (che trasloca dal Senato), Piero De Luca, Paola De Micheli, Piero Fassino, Federico Fornaro, Chiara Gribaudo, Lorenzo Guerini, Marco Lacarra, Mauro Laus (anche per lui trasloco da palazzo Madama), Enrico Letta, Marianna Madia, Claudio Mancini, Matteo Mauri, Matteo Orfini, Andrea Orlando, Ubaldo Pagano, Giuseppe Provenzano, Lia Quartapelle, Debora Serracchiani, Roberto Speranza, Nico Stumpo, Alessandro Zan, Andrea De Maria, Roberto Morassut.

E A PALAZZO MADAMA - Al Senato sono molti gli uscenti confermati a partire dal coordinatore di Base Riformista, Alessandro Alfieri, Bruno Astorre, Simona Malpezzi, Daniele Manca, Dario Parrini, Tatiana Rojc, Anna Rossomando, Valeria Valente. Dalla Camera traslocano Alfredo Bazoli, Francesco Boccia, Cecilia D'Elia, Graziano Delrio, Dario Franceschini, Andrea Giorgis, Beatrice Lorenzin, Alberto Losacco, Walter Verini. Torna a palazzo Madama, Pier Ferdinando Casini.

LE NEW ENTRY ALLA CAMERA, I GIOVANI - Arriva una pattuglia di giovani a Montecitorio. Un rinnovamento voluto innanzitutto da Letta. C'è Ouidad Bakkali, 36 anni (in Italia da 31, nata ad Agadir in Marocco). Il 13 novembre 2015 era a Parigi, in uno dei locali attaccati insieme al Bataclan. È diventata assessore (alla Cultura e alla scuola del comune di Ravenna). solo pochi anni dopo aver finalmente ottenuto il diritto di voto. E poi Caterina Cerroni, 31 anni, arriva dai Giovani democratici, ha iniziato a fare politica da giovanissima: a 19 anni era già consigliere comunale. E' una dei capilista under 35 scelti da Letta. Insieme a Rachele Scarpa di Treviso, 25 anni appena, e Marco Sarracino, 33 anni ma nome già noto da tempo tra i dem. E' il segretario del Pd di Napoli, vicino ad Andrea Orlando.

DAI TERRITORI AL PARLAMENTO - Folta la schiera dei 'promossi' dai territori alla Camera. Innanzitutto, la vicepresidente dell'Emilia Romagna, Elly Schlein, già indicata come possibile candidata alla segreteria del Pd. Dalla Sicilia arriva il segretario regionali Anthony Barbagallo, 44 anni. Il marchigiano Augusto Curti, sindaco di Force, paesino in provincia di Ascoli Piceno. Michela De Biase, 42 anni, consigliera regionale del Lazio e moglie di Franceschini. Stefania Di Padova, assessore a Teramo. Sara Ferrari, consigliera regionale del Trentino Alto Adige. Antonella Forattini, consigliera regionale in Lombardia. Gian Antonio Girelli, consigliere regionale in Lombardia. Maria Stefania Marino, capogruppo Pd di Enna. La segretaria del Pd Milano, Silvia Roggiani. Pierluigi Spinelli, segretario del Pd di Terni. Claudio Stefanazzi, capo di gabinetto del governatore pugliese Michele Emiliano. Federico Gianassi, assessore nella giunta di Dario Nardella a Firenze. Al Senato arrivano il segretario del Pd Abruzzo, Michele Fina, quello del Pd Calabria, Nicola Irto e l'assessore al comune di Pisa, Ylenia Zambito.

E poi alcuni sindaci: Emiliano Fossi, ex-sindaco di Campi Bisenzio. Ilenia Malavasi, ex-sindaca di Correggio. La sindaca di Sestri in Levante, Valentina Ghio. L'ex-sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. L'ex-sindaco di Bologna, Virginio Merola. E il sindaco di Montalcino, Silvio Franceschelli.

INGRESSI E 'RITORNI' - Già parlamentari poi non rieletti, tornano alla Camera: Enzo Amendola, Stefano Graziano, Silvio Lai, Irene Manzi, Vinicio Peluffo, Stefano Vaccari e Arturo Scotto. Al Senato Lorenzo Basso e Sandra Zampa. Torna da Strasburgo l'europarlamentare Simona Bonafè. Tra i nuovi ingressi l'ex-ct della nazionale di pallavolo, Mauro Berruto, e il segretario di Demos, Paolo Ciani. Ed anche Nicola Zingaretti che è stato eletto per la prima volta alla Camera.

Al Senato arrivano Carlo Cottarelli, l'ex-segretaria della Cgil, Susanna Camusso, e quella della Cisl, Anna Maria Furlan. Torna Andrea Martella, che non era stato ricandidato nel 2018. E torna anche dopo una lunga pausa, Marco Meloni, fedelissimo di Letta e attuale coordinatore della segreteria. Eletto per la prima anche un altro membro della segreteria Letta, Antonio Nicita, e arriva a palazzo Madama la presidente della sezione di Libera a Modena, Enza Rando.

ELETTI ALL'ESTERO - Alla Camera Nicola Carè Nicola (Africa Asia Oceania Antartide), Fabio Porta (America Meridionale), Christian Diego Di Sanzo (America Settentrionale e Centrale) e Toni Ricciardi (Europa). Al Senato Francesco Giacobbe Francesco (Africa Asia Oceania Antartide), Francesca La Marca (America Settentrionale e Centrale) e il virologo Andrea Crisanti Andrea (Europa).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza