cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Emilia Romagna: oltre 25 mln per cig in deroga

15 novembre 2016 | 12.34
LETTURA: 2 minuti

Intesa in regione sulle politiche attive

alternate text

Oltre 25 milioni di euro fino a metà 2017 per la Cig in deroga ai lavoratori di imprese emiliano-romagnole in crisi. In Regione, a Bologna, è stata raggiunta l’intesa a sostegno delle politiche attive e a favore della cassa integrazione guadagni in deroga, definendo per quest'ultima risorse, platea delle imprese e lavoratori cui è destinata e la durata, stabilita in quattro mesi.

L’intesa è arrivata durante il tavolo tecnico di monitoraggio degli ammortizzatori sociali in deroga, che riunisce rappresentati delle imprese, dei lavoratori, Regione e Inps. Le novità per imprese e lavoratori si inseriscono nelle opportunità legislative introdotte dal Governo, chiarite poi dalla circolare del ministero del Lavoro del 4 novembre scorso nella quale vengono individuate le modalità applicative per l’utilizzo delle risorse.

Nella prossima riunione della Giunta regionale una delibera recepirà quanto stabilito nell’intesa. L’intesa prevede di utilizzare le risorse, 25 milioni e 500 mila euro, derivanti da economie registrate nel biennio 2014-2015 per coprire periodi fino al 30 giugno 2017.

"La lotta alla disoccupazione e la garanzia del reddito ai lavoratori di aziende in crisi – ha commentato l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi - sono gli obiettivi del lavoro quotidiano della Regione insieme alle parti sociali. E l’accordo per gli ammortizzatori in deroga raggiunto oggi va proprio in questa direzione. Al sostegno al reddito per i lavoratori delle aziende in crisi, si affiancano misure per sostenere le nostre imprese, creare nuovi posti di lavoro e far incontrare domanda e offerta di lavoro con politiche attive, con un ruolo fondamentale della nuova Agenzia regionale per il lavoro e dei soggetti accreditati per la rioccupazione”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza