cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 20:28
Temi caldi

Emissioni zero entro il 2030 per Free Now

20 gennaio 2021 | 08.26
LETTURA: 2 minuti

alternate text

La piattaforma di mobilità multiservizio europea Free Now ha annunciato oggi la strategia di sostenibilità 'Move To Net-Zero' con la quale intende ridurre le emissioni di CO2. Il piano prevede la compensazione immediata delle emissioni e si pone, come obiettivi a lungo termine, di raggiungere il 50% di corse effettuate con veicoli completamente elettrici entro il 2025 ed il 100% della flotta a zero emissioni entro il 2030.

Free Now si impegna a compensare tutte le emissioni rimanenti che verranno generate d'ora in avanti sia dall'azienda che dai suoi servizi. Stanzierà oltre 100 milioni di euro di risorse nei prossimi cinque anni per accelerare l'elettrificazione della flotta attuando azioni concrete che includono la promozione delle modalità di trasporto più sostenibili presenti in app. Inoltre prevede di offrire incentivi per i driver che sceglieranno veicoli elettrici, oltre che offrire condizioni preferenziali di noleggio ed acquisto del veicolo e vantaggi monetari per la ricarica del mezzo.

A livello locale Free Now ha già ottenuto successi parziali verso la sostenibilità: già oggi le emissioni vengono ridotte dell'80% in media per km e la piattaforma ha la più grande flotta elettrica di Parigi e Londra; in Spagna più della metà dei veicoli sono elettrici o ibridi, con Madrid in testa con il 65% vetture full electric.

Free Now vede anche una crescente domanda in Germania, dove, l'anno scorso, l'azienda tech ha integrato con successo diverse soluzioni di micromobilità come monopattini, bici, scooter elettrici in sharing e dal 2021 aggiungerà anche i mezzi pubblici in tutto il Paese. Grazie a queste partnership, già oggi, le emissioni vengono ridotte dell'80% in media per chilometro. Pertanto, la principale piattaforma di mobilità mira a ridurre almeno il 50% delle emissioni per passeggero chilometro entro il 2025 in tutti i principali Paesi europei.

'In quanto operatore di multi - mobilità leader in Europa, abbiamo ben chiaro il nostro ruolo prioritario nella lotta al climate change. Per questo abbiamo definito il nostro piano Net -Zero, grazie al quale diventeremo neutrali dal punto di vista climatico entro il 2030, ben 20 anni prima rispetto a quanto definito dall'accordo di Parigi', afferma Marc Berg, CEO di Free Now.

Una visione confermata anche da Andrea Galla , Country Manager di Free Now Italia: 'Siamo orgogliosi di avere definito un piano così ambizioso, di cui fa parte anche il nostro Paese. Sappiamo che il passaggio da un motore a combustione ad una vettura elettrica non è semplice: ecco perché stiamo lavorando per supportare i nostri tassisti nel passaggio all'elettrico, proponendo collaborazioni con diversi player. Lato passeggeri, invece, vogliamo puntare maggiormente sull'opzione taxi eco, già presente in app, e che verrà ancor di più valorizzata. Inoltre, estenderemo la nostra offerta, nell'ottica della multimodalità: fin dai primi mesi del 2021, affiancheremo al servizio taxi nuove opzioni di mobilità sostenibili, integrando in app diverse soluzioni di terze parti come car, bike, scooter e monopattini in sharing'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza