cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 15:52
Temi caldi

Energia: borsa elettrica, a febbraio prezzo elettricita' -13,4%

14 marzo 2014 | 14.18
LETTURA: 2 minuti

Prezzo dell'elettricita' in calo alla borsa elettrica. Il prezzo medio di acquisto (Pun), con una flessione di 7,93 euro/MWh su gennaio (-13,4%) e di 11,63 euro/MWh (-18,5%) su febbraio 2013, si è portato a 51,34 euro/MWh, ai minimi da giugno 2005. E' quanto si legge nella newsletter del Gme diffusa oggi.

A febbraio, gli scambi di energia elettrica nel Mercato del Giorno Prima segnano ancora una flessione su base annua (-4,7%) portandosi su livelli mai raggiunti in passato nello stesso mese. La liquidità del mercato, seppur in linea con i livelli del semestre precedente, cede oltre 10 punti percentuali su base annua, attestandosi a 64,2%. In tal quadro prosegue la discesa del prezzo di acquisto dell'energia nella borsa elettrica (Pun), che, dopo la flessione di quasi 18 euro/MWh degli ultimi due mesi, scende a 51,34 euro/MWh, ai minimi da giugno 2005. In particolare nelle ore di picco il Pun, con 62,52 euro/MWh, ha registrato un minimo assoluto.

I prezzi medi di vendita, con un calo in doppia cifra sia rispetto al mese precedente che su base annua, sono scesi ai minimi da oltre quattro anni in tutte le zone, attestandosi tra 50,21 euro/MWh del Nord e 47,26 euro/MWh del Sud. I volumi di energia elettrica scambiati nel Sistema Italia, con una flessione su base annua del 4,7%, sono scesi a 22,9 milioni di MWh, minimo storico nel mese di febbraio. L'energia scambiata nella borsa elettrica, pari a 14,7 milioni di MWh, conferma la pesante contrazione tendenziale (-18,0%) rispetto ai livelli record raggiunti nella prima metà del 2013 nel mercato organizzato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza