cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:02
Temi caldi

Energia: climatizzazione residenziale, un mercato in contrazione

14 marzo 2014 | 15.28
LETTURA: 2 minuti

E' un mercato in contrazione quello della climatizzazione residenziale "che risente della congiuntura economica negativa. Il numero di apparecchi venduti, destinati quasi interamente al settore civile (residenziale e terziario), è sceso nel 2012 a circa 2,5 milioni, dopo aver raggiunto, solo 4 anni prima, circa 3,2 milioni di pezzi''. Lo rileva l'analisi relativa all'attività di installazione di apparecchi per il condizionamento nell'anno 2012, al centro di un intervento di Mario Cirillo, Marco Franceschini e Tommaso Franci, ricercatori del Ref-E, con cui si apre il nuovo numero della newsletter del Gestore dei Mercati Energetici (Gme), on line e scaricabile dal sito www.mercatoelettrico.org.

L'interevento è dedicato all'utilizzo del gas naturale nel mercato della climatizzazione residenziale. Più in generale, sottolineano Cirillo, Franceschini e Franci, ''aumenta il peso delle tecnologie efficienti nel mix di apparecchi per la climatizzazione, sebbene per alcune (ad esempio le pompe di calore, Pdc) la penetrazione in termini assoluti sia ancora contenuta. Continuano a diffondersi sistemi di climatizzazione che comprendono più di un apparecchio, sotto la spinta di driver economici (risparmi in bolletta) e regolatori (obblighi di installazione e incentivi)''.

I dati raccolti sulla sostituzione tra apparecchi evidenziano ''una perdita di spazio di mercato della fonte gas: a fronte di circa 580.000 apparecchi installati in edifici esistenti, ve ne sono 640.000 sostituiti. Questo dato - ammettono gli analisti del Ref-E - sottende un trend di penetrazione delle caldaie a condensazione opposto rispetto a quello delle caldaie 'tradizionali'. La diffusione delle prime si conferma infatti significativa, e nella gran parte dei casi avviene proprio a discapito di apparecchi a gas non efficienti". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza