cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 10:43
Temi caldi

Energia: Enerqos acquisisce Greenville e rafforza management

21 gennaio 2015 | 16.18
LETTURA: 3 minuti

con l’ingresso di Massimo Fiscaletti, ad di Greenville, in qualità di partner al fianco di Fausto Zuccarini e Giuseppe Foti.

alternate text

Enerqos, una delle principali ESCo italiane, acquisisce Greenville, ESCo comasca specializzata nella gestione e origination dei Tee (titoli di efficienza energetica), nell’audit energetico, con solide competenze tecniche nei settori dell’engineering, procurement e commissioning.

"L’operazione finanziaria e societaria conferma la vitalità di Enerqos - sottolinea una nota - sotto la guida del presidente Giorgio Pucci e consolida la posizione della ESCo sul mercato nazionale grazie al capitale tecnico di Greenville. L’acquisizione, oltre alla sinergia tra le due realtà attive nel settore alla riqualificazione energetica, rafforza il management team di Enerqos con l’ingresso di Massimo Fiscaletti, ad di Greenville, in qualità di partner al fianco di Fausto Zuccarini e Giuseppe Foti".

“Le partnership sono strategiche - commenta il presidente Pucci - in un mercato molto frammentato e dispersivo come quello delle ESCo. Enerqos conferma oggi la propria leadership nel settore e rilancia con convinzione la propria attività, decisa a crescere. Le competenze tecniche e il capitale umano che porta in dote Greenville, primo fra tutti quelle del suo ad Massimo Fiscaletti, sono preziose e consentiranno di ampliare l’offerta di soluzioni sempre altamente tecnologiche desinate a pmi e Gdo”.

Nata a Monza nel 2006, Enerqos non è nuova a passaggi di questo genere. Già nella primavera del 2014, è stata protagonista di un importante aumento di capitale realizzato da Climate Change Capital Private Equity (CCC PE), fondo internazionale attivo nel settore della green economy e azionista di riferimento della società. La ESCo, da EPC&OM leader nel settore fotovoltaico in Italia, ha diversificato la propria offerta su altre fonti energetiche rinnovabili, acquisendo partnership importanti per affermarsi quindi nel settore dell’efficientamento energetico.

“Il mercato delle ESCo in Italia - spiega Franco Hauri, direttore di Cpe, Climate Change Capital - è ancora estremamente segmentato con numerose ESCo di piccole dimensioni, incapaci di offrire ai clienti tutte le competenze necessarie, ovvero finanziarie, tecniche, legali e commerciali. Con l’acquisizione di Greenville, Cpe continua a portare avanti con Enerqos una strategia di aggregazione mirata alla realizzazione di importanti economie di scala nel settore dell’efficienza energetica in Italia”.

“Sono certo che l’unione tra Enerqos e Greenville - commenta Massimo Fiscaletti - rappresenti la premessa per creare davvero un polo d’eccellenza nel settore energetico. L’Italia, visti i prezzi alti dell'energia, offre un mercato molto interessante. Ora siamo più forti, e con l'unione delle nostre competenze, siamo pronti a implementare un maggior numero di progetti e a proporre una più ampia gamma di soluzioni energetiche innovative”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza