cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:39
Temi caldi

Eni: Uiltec, nuovi vertici seguano linea razionalizzazione sistema

21 marzo 2014 | 19.34
LETTURA: 2 minuti

''Resta forte la nostra attenzione nell'applicazione dell'ultimo piano industriale di Eni, soprattutto in relazione alle possibili modificazioni dei vertici del gruppo''. Così il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani, sui possibili cambiamenti dei vertici della società. ''Gli investimenti previsti devono essere mantenuti anche dai nuovi amministratori e vigileremo affinché il ruolo strategico del gruppo Eni sull'economia italiana sia confermato e sviluppato''.

Il leader sindacale spiega che ''nonostante la congiuntura economica sia particolarmente sfavorevole, sono state attuate importanti operazioni di rafforzamento del settore energetico e chimico, dalla razionalizzazione del sistema della raffinazione - con la chiusura delle raffinerie tecnologicamente più obsolete - fino alla loro possibile trasformazione in senso bio, come quella di Venezia, in cui si passerà dalla distillazione di greggio alla produzione di biodiesel'', specificando che ''è in atto un processo di riorganizzazione costantemente monitorato all'interno delle nostre relazioni industriali''.

Sui recenti investimenti dell'azienda, Pirani sottolinea quello nel settore della green-chemistry: ''In termini prospettici, è il settore su cui più rilevante è l'attenzione politico/territoriale per gli aspetti di sostenibilità ambientale''. ''Negli ultimi anni - ha concluso Pirani - i sindacati hanno costruito con l'azienda Eni alcuni degli accordi di settore più importanti nel nostro Paese, come quelli per Porto Torres e Porto Marghera, e auspichiamo un mantenimento di questa linea, anche in presenza di futuri cambiamenti''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza