cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Toscana: Rossi con rom in foto, commenti razzisti invadono Fb

01 dicembre 2014 | 15.42
LETTURA: 3 minuti

"Vi presento i miei vicini di casa" scrive il presidente della Toscana. Ma esplode la polemica, in migliaia lo criticano. E lui replica: "Non tutti gli italiani sono mafiosi. Non tutti i rom sono ladri". Polemiche su sit-in Casapound a Roma. Ma la questura precisa: "Non ha impedito l'ingresso dei rom a scuola"

alternate text
(Foto da Facebook)

E' polemica per un post su Facebook accompagnato da una foto che ritrae il presidente della Toscana, Enrico Rossi, assieme a un gruppo di rom suoi "vicini di casa". E' lo stesso Rossi, che aveva messo in rete la foto, a segnalare che il post ha generato "una sequenza di commenti in gran parte impregnati di odio razziale". "Non tutti gli italiani sono mafiosi. Non tutti i rom sono ladri" scrive ancora il governatore replicando ai migliaia di messaggi che criticano la sua iniziativa.

L'uso dei social media non può essere limitato in alcun modo ma quando il discorso pubblico diventa sfogo violento e irrazionale occorre alzare il livello della discussione - afferma Rossi - Esiste un'iniziativa del Parlamento europeo che si chiama No Hate Speech Movement http://www.nohatespeechmovement.org/. Ritengo che Facebook Italia dovrebbe sostenere questa iniziativa e darle risonanza. Sono in gioco la cultura democratica e la convivenza civile".

Nel post messo in rete ieri, Rossi scrive: "Vi presento i mie vicini. Siamo sul marciapiede davanti alle nostre case. Da sinistra Cassandra, Andra, Verdiata e Francesco con in braccio la piccola Narcisa. Accanto a me a sinistra Robert, il papà di Narcisa, e Dragos a destra, suo cugino. Papina, Papusa in ginocchio e Nadia in piedi, la mamma di Narcisa. L'ultima a destra è Dana, la moglie di Dano che ride dietro l'obiettivo e scatta questa bella foto di domenica pomeriggio a Firenze".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza