cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 18:26
Temi caldi

Eolie, si intestavano ruderi abbandonati dagli emigrati: 5 a giudizio

07 aprile 2014 | 20.23
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Il Gup di Messina Maria Arena ha rinviato a giudizio 5 persone per i 'ruderi d'oro' nelle Eolie. L'accusa è di associazione a delinquere e truffa. Prossima udienza il 9 luglio 2014. Gli imputati erano riusciti con vari espedienti a intestarsi, secondo l'accusa, case eoliane di isolani emigrati in Australia negli anni '50 e '60 e non più tornati per poi rivenderle con lucrose transazioni.

Lo aveva scoperto la guardia di finanza di Milazzo e Lipari che nell'indagine aveva notificato misure cautelari a due persone. Erano stati anche sequestrati 13 immobili ubicati nelle isole di Filicudi, Alicudi e Salina. L'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore di Messina Maria Pellegrino, era durata per oltre tre anni e aveva messo in luce anche la complicità di alcuni professionisti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza