cerca CERCA
Martedì 04 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Epatite acuta bambini, Gismondo: "Si brancola nel buio, ruolo cani idea infondata"

09 maggio 2022 | 14.57
LETTURA: 1 minuti

Tra le cause "si potrebbe propendere per l'adenovirus ma serve un vero isolamento"

alternate text
(Fotogramma)

Un possibile ruolo dei cani all'origine dei casi di epatite acuta nei bambini sui quali la comunità scientifica internazionale sta indagando? "Per carità, no. Sono ipotesi infondate. Fino a quando non ci saranno dati solidi non si può dire nulla di supportato dai fatti" e, al momento, "la verità è che ancora si brancola nel buio". La microbiologa dell'ospedale Sacco Maria Rita Gismondo respinge con forza l'idea che, sull'eccesso di infezioni epatiche a eziologia ignota, possano prendere piede "teorie non sostenute da osservazioni solide".

Anche il coinvolgimento di specifici agenti patogeni attualmente è prematuro accreditarlo, spiega all'Adnkronos Salute la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze del Sacco. "L'aver isolato in una buona percentuale" di pazienti "l'adenovirus può sicuramente far propendere per un'eziologia del genere, ma ancora stiamo brancolando nel buio", ammonisce. E "non è nemmeno detto che" per queste forme non si tratti delle "epatiti che da sempre rimangono senza causa conosciuta. Credo che la ricerca debba continuare per provare ad arrivare a un vero isolamento, che però - precisa Gismondo - deve essere fatto in un numero significativo di individui".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza