cerca CERCA
Mercoledì 01 Dicembre 2021
Aggiornato: 01:04
Temi caldi

Salute: equinozio di Primavera, record concepimenti in alcune zone d'Italia

20 marzo 2015 | 15.56
LETTURA: 3 minuti

Nelle notti del primo fine settimana della stagione mite si verificheranno le condizioni ideali per concepire. Ma solo in alcune zone d'Italia, al Nord, al Centro e soprattutto al Sud. Stagione difficile per i più piccoli: boom casi mal di testa

alternate text

Alberi fioriti, temperature in risalita e giornate sempre più luminose: con l'equinozio di Primavera è in arrivo il 'weekend delle cicogne'. "Il periodo dell'equinozio è quasi sempre ideale per i concepimenti: è legato alla maggior durata del fotoperiodo, ma anche a particolari temperature. Ebbene, nelle notti del primo fine settimana di primavera si verificheranno condizioni ideali per concepire in alcune zone dell'Italia, al Nord, al Centro e soprattutto al Sud". Lo prevede il pediatra di Milano Italo Farnetani, che da anni monitora l'andamento delle temperature e il legame con i concepimenti.

"Ebbene, l'analisi delle previsioni meteo - spiega Farnetani all'Adnkronos Salute - dimostra che le condizioni ideali per avere un bebè si concentrano quest'anno nella Liguria di Ponente, in tutta la Sardegna centro-meridionale, sia sulle coste che nell'interno, e in tutta la zona costiera della Sicilia, in particolare nella zona di Messina e nelle località intorno allo Stretto, Calabria inclusa. Gli aspiranti papà e mamme possono dunque avere più chance per regalarsi un bebè".

"Studi internazionali - prosegue - hanno dimostrato influenze importanti del clima sul concepimento, legate a particolari condizioni ambientali In particolare, la durata uguale di giorno e notte tipica dell'equinozio è utile alla donna: la luce sblocca gli ormoni sessuali femminili e favorisce il concepimento. Inoltre, le temperature minime non troppo elevate, né troppo basse, non danneggiano gli spermatozoi. Si è visto che l'optimum è rappresentato da minime notturne intorno a 12 gradi".

Invece per i bambini in età scolare il primo giorno di primavera coincide con l'inizio di una stagione che può essere difficile. In questo periodo si registra infatti il boom di casi di mal di testa. Secondo i dati dell'ospedale Bambino Gesù di Roma si registra un incremento delle visite del 15% rispetto ai mesi precedenti.

il pediatra auspica "un fine settimana senza compiti: le temperature salgono, le giornate si allungano, ed è un vero peccato che i bambini siano costretti in casa. In questo modo - dice Farnetani, da sempre fiero oppositore dei compiti a casa - potrebbero festeggiare l'arrivo della Primavera, a tutto vantaggio della salute".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza