cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 20:21
Temi caldi

Erdogan: "Uno dei terroristi arrestato in Turchia e rilasciato in Belgio"

23 marzo 2016 | 18.21
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp) - AFP

Uno dei sospetti degli attacchi di Bruxelles era stato arrestato in Turchia nel 2015 e poi espulso verso il Belgio. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan parlando ad Ankara, come riporta l'agenzia di stampa Dpa, senza specificare a quale dei quattro uomini del commando si riferisca. Come riferisce il sito web del giornale turco Sabah, il terrorista in questione è Ibrahim El Bakraoui, che si è fatto esplodere a Zaventem.

"Il Belgio lo ha rilasciato nonostante la nostra allerta" sul fatto che fosse un "combattente terrorista straniero", ha proseguito Erdogan affermando che l'uomo era stato arrestato a Gaziantep, nella Turchia sudorientale, vicino al confine con la Siria. Secondo Erdogan, l'uomo è stato espulso nel luglio dello scorso anno dopo essere stato fermato il mese precedente dalle autorità turche.

Durante una conferenza stampa con il presidente della Romania Klaus Iohannis, Erdogan ha aggiunto che anche le autorità olandesi erano state informate della vicenda.

REPLICA - Il ministro belga della Giustizia, Koen Geens, ha negato che il suo paese abbia ignorato l'allerta della Turchia su El Bakraoui. Intervistato dall'emittente Vrt, Geens ha affermato che l'uomo non aveva commesso reati di stampo terrorista in territorio belga e che era stato espulso dalla Turchia come delinquente comune. Il ministro ha aggiunto che, secondo le informazioni in suo possesso, El Bakraoui era stato espulso verso l'Olanda e non il Belgio. Il ministero della Giustizia olandese ha fatto sapere che sta verificando la notizia ma che non potrà dare una risposta prima di domani.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza