cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:00
Temi caldi

Innovazione: Esedra, osservatorio per legare pmi aerospazio a finanza

23 ottobre 2017 | 17.29
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Connettere le pmi dell'aerospazio con il mondo della finanza Questo l'obiettivo dell'osservatorio Esedra. "Abbiamo lanciato -spiega Mario Suglia fondatore e ceo di Nomos Value Research, società di adivisory strategica e finanziaria- un programma a tutto tondo rivolto alle imprese del settore dell’aerospazio che prevede percorsi di preparazione a intraprendere programmi di finanza straordinaria e l’istituzione di un osservatorio, 'Esedra', per studi, approfondimenti culturali e formazione sul settore".

"Nomos -afferma- vuole preparare culturalmente e strutturalmente le imprese del settore aerospaziale che vogliono o hanno necessità di fare operazioni di finanza straordinaria. Inoltre, grazie alla collaborazione con importanti player della finanza e del settore dell’aerospazio, Nomos vuole accompagnare in ogni fase le imprese durante le singole operazioni".

"La finanza straordinaria -sottolinea Mario Suglia- è uno strumento che non solo porta liquidità reale alle imprese, ma soprattutto le costringe a generare innovazione in termini di visione, di organizzazione, di governance, di finanza, di attenzione al patrimonio, di attenzione alle relazioni nazionali e internazionali".

"Il programma -dichiara il vicepresidente di Nomos Value Research Roberto Race- prevede la nascita di un Osservatorio, 'Esedra', che per la prima volta vada a realizzare studi sugli aspetti economici del settore, sull’impatto sociale delle singole imprese, sui cambiamenti in corso, sul livello di ricerca, e su molto altro".

"Insomma -chiarisce- un luogo, un’esedra appunto, che osservi l’andamento storico e prospettico del settore, che offra programmi di formazione, sia sugli aspetti finanziari, sia sugli aspetti strategici, di comunicazione, con forte attenzione alla responsabilità di impresa. L’Osservatorio nascerà grazie ad accordi con primarie università italiane e con alcune associazioni di categoria. A nostro parere, non è possibile avviare un programma in un settore così importante se non c’è un supporto scientifico che solo un Osservatorio permanente può offrire".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza