cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 22:18
Temi caldi

Esplosione in un palazzo a Catania: 3 morti

21 marzo 2018 | 07.28
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

E' di 3 morti, tra cui 2 vigili del fuoco, il bilancio dell'esplosione avvenuta ieri a Catania in un locale adibito alla riparazione di biciclette all'interno di un edificio della centrale via Garibaldi. Altri due pompieri sono rimasti gravemente feriti e sono ora ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi. Uno ha riportato un importante trauma polmonare, l'altro un trauma cranico con la teca avvallata e ferite varie.

La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta. E' indagato per disastro colposo e omicidio colposo plurimo Marcello Tavormina, 38 anni, capo della squadra dei vigili del fuoco coinvolti nell'esplosione. Per la Procura è un'iniziativa dovuta prima di compiere atti irripetibili che confluiranno nell'inchiesta.

Secondo una prima ricostruzione i vigili del fuoco, dopo la segnalazione dei vicini per una fuga di gas, è intervenuta in via Garibaldi. La squadra di cinque uomini si è avvicinata all'ingresso dell'attività e, dopo aver visto che all'interno c'era il titolare, stava per entrare quando è stata investita dall'esplosione.

Con riferimento alle notizie apparse su alcuni organi di stampa secondo cui i pompieri avrebbero utilizzato una motosega per tagliare il catenaccio la cui scintilla avrebbe innescato l'esplosione, i vigili del fuoco precisano "che non emergono al momento elementi che indichino un innesco provocato dall'esterno per l'uso di attrezzature da parte dei vigili del fuoco". "Sono in corso gli accertamenti - precisano - per stabilire la dinamica dell'evento".

Nella deflagrazione hanno perso la vita i vigili del fuoco Dario Ambiamonte di 40 anni e Giorgio Grammatico di 36 anni, oltre al titolare dell'attività. Sono rimasti feriti in modo grave il caposquadra Marcello Tavormina e il vigile Giuseppe Cannavò, ricoverati all'ospedale Garibaldi di Catania. Il capo del corpo nazionale Gioacchino Giomi è arrivato questa mattina a Catania per portare il conforto ai familiari delle vittime e per visitare i colleghi feriti. A Catania sarà lutto cittadino il giorno dei funerali che dovrebbero tenersi tra domani e dopodomani

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza