cerca CERCA
Mercoledì 20 Gennaio 2021
Aggiornato: 15:46

Estate, i 3 consigli del pediatra per nuotare in sicurezza

15 luglio 2020 | 19.03
LETTURA: 1 minuti

"A dare l'esempio devono essere i genitori", sottolinea il pediatra

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 15 lug. (Adnkronos Salute)

"L'acqua della piscina è potenzialmente infetta soprattutto nei periodi di massima concentrazione di persone, così si devono introdurre grandi quantità di disinfettanti. Considerata anche l'attuale emergenza Covid, consiglio tre accorgimenti: fare il bagno con gli occhialini subacquei, per prevenire l'arrossamento della congiuntiva dovuto ai disinfettanti; non camminare con i piedi scalzi ai bordi della piscina o nelle docce e negli spazi comuni, per evitare di contrarre infezioni varie e verruche; infine mettere regolarmente la crema solare, almeno ogni 3 ore, come al mare". A raccomandarlo all'Adnkronos Salute è il pediatra Italo Farnetani, docente alla Libera Università Ludes di Malta.

"A dare l'esempio devono essere i genitori", sottolinea il pediatra. "Se poi si è imparato a nuotare in piscina, ricordiamo che la preparazione andrà completata al mare: in Italia c'è un 30% di bambini con meno di 10 anni che sa nuotare bene, il 30% sa galleggiare e andare avanti sia in mare che in piscina, ma il 10% sa nuotare solo in piscina e il 30% non sa nuotare affatto", ricorda Farnetani. Quanto al dilemma fra mare e piscina, il pediatra non ha dubbi: "Il mare è preferibile e può rappresentare una garanzia anche dal punto di vista medico, perché tra l'altro garantisce un fisiologico lavaggio del naso", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza