cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Estate: oltre 8.600 imprese garantiscono porte blindate e sistemi vigilanza

20 luglio 2015 | 14.45
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Estate: tempo di vacanze, ma anche di sicurezza. Quando si parte, infatti, non sono pochi gli italiani che pensano a mettere al sicuro la propria casa con porte blindate, sistemi di allarme e vigilanza. Un giro di affari che, in Italia, secondo la Camera di commercio di Milano, impegna ben 8.669 imprese. E in un anno le aziende del settore sono cresciute dell’1,1%. Prime tra le province: Roma, specializzata soprattutto in fabbricazione di casseforti e porte blindate (37 attività), vengono poi Milano, che si distingue per installazione e manutenzione di impianti elettronici (423), Napoli, che conta ben 239 servizi di vigilanza e investigazione, e Torino.

Tra le prime 20 cresce di più Salerno (+10,6%). E le casseforti italiane si esportano anche all’estero: 41 milioni di euro nel 2014, +4,9%. Vanno soprattutto in Francia, Nigeria, Regno Unito, Svizzera e Spagna.La Lombardia è comunque la regione che, con 1.692 le imprese operanti nel settore della sicurezza, si piazza al primo posto nel settore. Crescono in particolare le attività di installazione e manutenzione di impianti elettronici (+21 imprese), stabili quelle specializzate nella fabbricazione di casseforti, forzieri, porte metalliche blindate, in lieve flessione i servizi di vigilanza e investigazione.

La maggior concentrazione di 'imprese della sicurezza' si registra a Milano con 669 (+3,2%), seguono Brescia con 182 (+3,4%) e Monza e Brianza con 174 (+1,2%). In un anno il settore sicurezza cresce percentualmente anche a Pavia, +2,8%, e Cremona, +2,2%. I titolari di servizi di vigilanza ed investigazione in Lombardia sono in prevalenza uomini, di età compresa tra i 40 e 59 anni (65,5%) ma uno su nove è donna e il 7% è nato all’estero.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza