cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 19:20
Temi caldi

Euro 2020, Donnarumma e la vittoria: "Dopo il rigore parato non avevo capito"

13 luglio 2021 | 11.47
LETTURA: 1 minuti

"Poi ho visto i miei compagni che venivano verso di me e da lì è partito tutto, non ho capito più niente"

alternate text
Fotogramma /Ipa

Sull'ultimo rigore parato durante la finale di Euro 2020 fra Italia e Inghilterra "non ho esultato perché non avevo capito che avevamo vinto. Ero già a terra al rigore di Jorginho, pensavo che era finita e invece ho dovuto continuare. Ora con la Var guardano sempre i piedi perché non puoi essere avanti alla linea, allora mi sono girato verso l'arbitro per capire se era tutto ok. Poi ho visto i miei compagni che venivano verso di me e da lì è partito tutto, non ho capito più niente". Racconta così gli attimi subito dopo il rigore decisivo parato a Saka che ha premiato l'Italia consacrandola campione d'Europa il portiere della Nazionale, Gianluigi Donnarumma ai microfoni di Sky Sport.

Leggi anche

Protagonista della finale di Wembley contro l'Inghilterra, l'estremo difensore ieri a Roma per la lunga giornata di festa dell'Italia, con le visite ufficiali al Quirinale da Mattarella e a Palazzo Chigi da Draghi, aggiunge: "È stato un Europeo straordinario, grazie anche ai miei compagni. Abbiamo tutti un rapporto incredibile, siamo una famiglia fantastica. La mia forza è sempre stata questa, ma devo ancora realizzare tutto quello che è successo. E i complimenti di Mattarella e Draghi mi hanno imbarazzato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza