cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 11:46
Temi caldi

Europee, 'kit' d'emergenza contro stress e stanchezza da campagna elettorale

12 maggio 2014 | 15.47
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 12 mag. (Adnkronos Salute) - Un 'kit' d'emergenza con acqua, integratori (una barretta di carboidrati), una mela o una banana, in grado di restituire brillantezza e vigore alla dialettica del candidato in difficoltà. Magari stanco e stressato dal 'tour de force' dalla campagna elettorale per le elezioni europee. E' quello che non dovrebbe mai mancare nella valigetta dell'aspirante parlamentare che in questi giorni sta affrontando comizi, incontri e apparizioni televisive in vista del voto del 25 maggio. A suggerirlo all'Adnkronos Salute è Pierluigi Pecoraro, consigliere dell'Ordine nazionale dei biologi (Onb) con delega per la nutrizione.

"La prima regola per chi affronta la campagna elettorale - sottolinea l'esperto - è di non saltare mai pasti e bere almeno un litro e mezzo d'acqua al giorno per evitare il rischio di ipoglicemia, collassi o problemi gastrointestinali. Così, può aiutare avere in borsa un litro d'acqua, qualche integratore e anche un frutto come una mela o una banana".

"La colazione deve essere una regola fissa - continua - perché dà l'energia necessaria per affrontare al meglio l'intensa giornata. Per mantenere buoni livelli dialettici e una concentrazione sempre affidabile è necessario non saltare i pasti, come invece succede spesso con il pranzo. E' importante concedersi 20-30 minuti per un piatto di pasta e un frutto, ed è bene ricordare - avverte - che le barrette energetiche non devono mai sostituire il pasto, ma aiutare in alcune situazioni d'emergenza".

Il tema degli integratori e più ampiamente quello della nutrizione saranno al centro il 16 e 17 maggio a Roma della V Conferenza nazionale sulla nutrizione dal titolo: 'Alimentazione come prevenzione: qualità ambiente e nutrizione' promossa dall'Ordine dei biologi (Onb). Secondo Pecoraro uno dei fattori chiave per arrivare indenni alla fine della campagna elettorale, e magari ritrovarsi con qualche energia in più da spendere nel 'rush' finale', è quello della reidratazione. "Ora inizia ad esserci un gran caldo nelle piazze - evidenzia l'esperto - e questo non aiuta chi deve parlare magari sotto il sole per un'ora o stringere mani e salutare con il sorriso".

"Per questo la frutta, la verdura e l'acqua non devono mai mancare durante la giornata, anche lontano dai pasti". Occhio anche al numero di caffé, che si tende ad accettare o ad offrire negli incontri con gli elettori: "Non vanno presi mai a stomaco vuoto - conclude Pecoraro - perché possono essere molto dannosi. Meglio limitarli - conclude - a dopo la colazione o il pranzo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza