cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 18:29
Temi caldi

Alimenti: Toscana, Spagna e Puglia sul podio di Biol 2016

21 marzo 2016 | 14.23
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Podio internazionale al XXI Premio Biol, concorso per gli extravergini biologici. Sul gradino più alto un ex aequo tra il fiorentino 'Guadagnolo' della Fattoria Ramerino e l’andaluso 'Picual' dell’azienda Castillo de Canena, un biodinamico proveniente da una cultivar finora molto sottovalutata. Al terzo posto, il pugliese 'Eccelso' dell’azienda andriese Agrolio che si aggiudica anche il Biol Puglia e il Biol Coratina.

Questi i tre vincitori dell’ultima annata tra i 401 oli in gara da 16 Paesi. Mentre il Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing) è stato assegnato allo spagnolo 'Soleale', grazie anche alla sua etichetta in braille. La Giuria BiolKids (progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio di oli bio ha coinvolto in sette regioni oltre 1.300 ragazzi di quarte e quinte classi di 27 scuole primarie), formata da 50 ragazzi, ha affiancato i giurati senior per assegnare il BiolKids all’olio preferito dai giovanissimi: il greco 'Olvia'.

"L’ex aequo del primo posto - spiega il coordinatore del Biol Nino Paparella - si deve ad almeno tre fattori combinati: cicli di assaggi anonimi, schede di valutazione estremamente articolate per complessità di parametri e una Giuria internazionale di ben 31 esperti. Un mix che può portare a un caso raro di votazioni finali coincidenti fino all’ultimo decimale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza