cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Fiere: Facco, Rimini polo per grandi eventi sportivi, boom di pubblico e visibilità

15 luglio 2017 | 16.45
LETTURA: 5 minuti

alternate text

"Un anno di grandi eventi sportivi alla Fiera di Rimini? E’ un bilancio molto positivo sia sotto l’aspetto organizzativo che dei risultati, in termini di pubblico e di visibilità. Questi risultati sono il frutto di un lavoro importante, all’insegna delle relazioni, della affidabilità organizzativa e della capacità che ha il territorio di mettere a sistema tutte le sue potenzialità. Siamo soddisfatti di tutti gli eventi e Sportdance, in corso, si annuncia in grado di superare le 230mila presenze dello scorso anno. Il bilancio complessivo tiene insieme altre dimensioni e credo si stia affermando un modello organizzativo che ci consentirà ulteriore crescita futura". Corrado Facco, direttore Generale di Italian Exhibition Group S.p.A., la nuova Società nata dall’integrazione tra Fiera di Vicenza S.p.A. e Rimini Fiera S.p.A., traccia un bilancio più che positivo degli eventi sportivi, le Final Eight di basket per arrivare a Sportdance alla Fiera di Rimini.

Facco ha poi spiegato la ragione strategica per la quale si è scelto di aprire al mondo dello sport. "Le manifestazioni sportive hanno un radicamento storico sui territori dove IEG è presente, da quello vicentino a quello riminese, dove si conciliano numerosi fattori che insieme offrono una risposta ineguagliabile: strutture moderne e flessibili associate ad una lunga esperienza organizzativa, ricettività alberghiera con un ottimo rapporto qualità/prezzo e la possibilità di ospitare decine di migliaia di persone a pochissimi chilometri dal quartiere, molto spesso con pacchetti all inclusive concordati coi partner; un territorio che aggiunge alternative per il tempo libero con la sua rinomata offerta. Con queste ‘carte’ in mano, la competizione fra le varie destinazioni ci vede davvero in pole position", ha sottolineato Facco all'Adnkronos.

Oltre alle cifre "è fondamentale soddisfare le attese di coloro che insieme a IEG costruiscono questo corposa palinsesto ‘active’ e su questo fronte il bilancio è davvero positivo ed è testimoniato dalla fedeltà che negli anni i partner ci riconoscono. Puntiamo a superare quota 700.000 presenze nel 2017, mettendo insieme la decina di eventi che organizziamo in questo settore sia alla fiera di Rimini, sia alla fiera di Vicenza. Il fronte sportivo porta a IEG circa otto milioni di fatturato", ha sottolineato il direttore generale di Italian Exhibition Group.

Ovviamente lo sport rientra anche nei piani futuri di medio e lungo termine della Fiera. "Certo. Ci agevolano i territori di riferimento: Rimini con la sua centralità nella cosiddetta Wellness Valley, ossia un territorio nel quale si concentrano imprese e manifestazioni, oltre che stili di vita che stimolano un organizzatore fieristico come IEG verso questa direzione; così come Vicenza, essa stessa in un territorio ad altissima vocazione sportiva e con un quartiere dove certe manifestazioni hanno un’ottima tradizione alle quali aggiungeremo MOVE!, il nuovo evento autunnale dedicato al fitness e allo sport fissato per i prossimi 28 e 29 ottobre".

Se Riminiwellness è ormai una certezza, le Final Eight di basket sono state una delle rivelazioni di questa stagione e per il futuro si guarda anche ad altre discipline. 2Le Final Eight di basket hanno trovato una base solida nelle esperienze fatte negli anni precedenti con RNB Basket Festival, nel quale si concentravano le finali di Coppa Italia delle categorie di basket dalla serie C fino alla A2, ma dove l’aspetto strettamente agonistico veniva abbinato ad una connotazione fieristica di business, oltre a quella dell’incontro fra appassionati e a quella sempre più importante della formazione degli operatori", ha spiegato Facco.

"Nel guardare ad altre discipline manteniamo questa dimensione ‘complessa’, ossia quella di creare un villaggio articolato nel quale le performance rappresentano il picco di interesse, ma dove altre componenti si aggiungono per attirare interesse e alimentare offerta commerciale e cultura sportiva. E’ il caso, ad esempio, di Rimini Off Road Show, che ha debuttato nel 2017 e che ha raccolto una tradizione organizzativa nel mondo dei motori declinandola sulle passioni del ‘fuori strada’ con auto, moto e bike".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza