cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 01:38
Temi caldi

Farmaceutica: Celgene punta sull'Italia, nuova sede e raddoppio fatturato

23 maggio 2014 | 16.01
LETTURA: 3 minuti

Milano, 23 mag. (Admkronos Salute) - Nuova sede e l'obiettivo di raddoppiare il fatturato nei prossimi 4 anni. L'azienda biofarmaceutica statunitense Celgene scommette sull'Italia. E lo fa investendo sul nuovo quartier generale tricolore, a Milano in viale della Liberazione fra i grattacieli di Porta Nuova che hanno rivoluzionato lo skyline della metropoli. Non solo un 'trasloco'. L'azienda ha in progetto di ampliare anche la forza lavoro: "Tra il 2013 e il 2015 passeremo da 120 a 200 persone. La crescita interesserà in modo trasversale tutte le funzioni, dalla medico-scientifica al marketing", annuncia il presidente e amministratore delegato di Celgene Italia, Pasquale Frega, oggi in occasione dell'inaugurazione della nuova sede italiana che ha visto fra gli ospiti anche il Console generale degli Stati Uniti, Kyle Scott, e il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi.

"Celgene - sottolinea Frega - è in controtendenza perché ha continuato negli anni a investire cifre estremamente significative in Ricerca e Sviluppo. Nel 2013 abbiamo destinato il 34% del fatturato. Questo ha consentito, consente e consentirà in futuro di avere farmaci sempre più innovativi che rispondano a bisogni non soddisfatti in questo momento da altre terapie". In questo quadro, continua il manager, "l'Italia è un Paese nel quale abbiamo investito in 7 anni più di 110 milioni di dollari in soli costi esterni e in studi clinici, arruolando solo negli studi spontanei più di 10.500 pazienti. Si tratta di un contribuito importante dell'Italia, per la qualità dei suoi ricercatori".

Globalmente l'azienda conta di raggiungere quest'anno i 7,4 miliardi di dollari di fatturato (uno in più rispetto al 2013) e prevede per il 2017 il raddoppio a 14 miliardi. E restringendo il campo all'Italia, "abbiamo attualmente circa 300 milioni di dollari di fatturato. Nei prossimi 4 anni puntiamo a raddoppiare questa cifra grazie a una serie significativa di nuove terapie che saranno immesse nel mercato nei prossimi mesi e anni. Non solo nel campo dell'ematologia e dell'oncologia", settori in cui si concentra il core-business dell'azienda, "ma anche in una nuova area terapeutica che è quella dell'immunologia, con un farmaco molto interessante per il trattamento della psoriasi e dell'artrite psoriasica". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza