cerca CERCA
Mercoledì 06 Luglio 2022
Aggiornato: 17:37
Temi caldi

Farmaceutica: Provincia Siena, centro vaccini resti eccellenza mondiale

22 aprile 2014 | 19.19
LETTURA: 2 minuti

Milano, 22 apr. (Adnkronos Salute) - "Novartis ha fatto di Siena un centro di eccellenza mondiale. L'auspicio è che si possa continuare in questa direzione. Ci auguriamo che l'intesa per la cessione della divisione vaccini a GlaxoSmithKline da parte di Novartis possa segnare il prosieguo di un percorso proficuo di crescita e di investimenti in ricerca, sviluppo e produzione, con nuove ricadute positive sul nostro territorio". E' il commento del presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini, e dell'assessore alle Attività produttive, Tiziano Scarpelli, dopo l'annuncio dell'accordo tra Novartis e Gsk, che prevede fra l'altro la vendita del business Vaccini (anti-influenzali esclusi) del gruppo svizzero alla compagnia britannica. L'operazione sarà chiusa entro la prima metà del 2015.

"Le dichiarazioni del Ceo di Glaxo, che vede nella transazione importanti prospettive di crescita nei due core business - commentano Bezzini e Scarpelli in una nota - fanno ben sperare ma tutti i futuri passaggi dovranno essere attentamente verificati nella loro concreta attuazione. Negli ultimi sei anni - proseguono - Novartis ha investito sul nostro territorio più di 1 miliardo di euro, dando lavoro a quasi 3 mila persone nei due siti produttivi di Siena e Rosia e rendendo quest'area un assoluto centro di eccellenza a livello mondiale nel campo dei vaccini. Una dimostrazione di come anche in Italia sia possibile lavorare bene in un settore altamente innovativo ed essere competitivi a livello internazionale. L'auspicio è che si possa continuare in questa direzione anche in futuro, affinché investimenti e sviluppo possano mantenere e generare posti di lavoro di qualità". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza