cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Farmaci: +15% consumo oppioidi Sud Ue in 4 anni ma Italia cenerentola

10 maggio 2014 | 14.13
LETTURA: 2 minuti

Minorca, 10 mag. (Adnkronos Salute) - Cresce il consumo di farmaci oppioidi per la terapia del dolore nel Sud dell'Europa, ma resta da colmare il gap esistente con i Paesi nordici e l'Italia resta la 'cenerentola'. A evidenziarlo durante il World Medicine Park che si chiude oggi a Minorca due aziende farmaceutiche fra le più importanti nel settore, Grünenthal e Mundipharma, rappresentate dai due Regional Manager Sud Europa, Thilo Stadler, che ha illustrato i dati di mercato relativi all’Europa, e Marco Filippini, che ha presentato quelli relativi all'Italia.

In merito ai trend illustrati da Stadler, considerando i giorni di trattamento per paziente/anno (Ptds, Patient Treatment Days), si evince un segnale positivo, che dimostra una lenta ma costante crescita dell'appropriatezza terapeutica nel Sud del Vecchio Continente. Nel periodo 2009-2013, Italia, Francia, Spagna e Portogallo hanno registrato nel complesso un aumento dei consumi di oppioidi forti (gold standard per il trattamento del dolore moderato-severo) pari al 15%, contro un +8% dei Paesi del Nord Europa, dove l'impiego di questi farmaci resta comunque più elevato. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza