cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 03:01
Temi caldi

Farmaci: Amci, indignati per cambio foglietto pillola giorno dopo

21 febbraio 2014 | 15.54
LETTURA: 2 minuti

Milano, 21 feb. (Adnkronos Salute) - I medici cattolici esprimono "indignazione" per la decisione dell'Agenzia italiana del farmaco di rimuovere dal foglietto illustrativo del levonorgestrel, la cosiddetta pillola del giorno dopo, la dicitura 'Il farmaco potrebbe anche impedire l'impianto dell'ovulo fecondato', indicando solo la frase 'Inibisce o ritarda l'ovulazione'. Secondo l'Amci (Associazione medici cattolici italiani), il provvedimento "contraddice palesemente tutte le evidenze scientifiche pubblicate dalla letteratura internazionale". I camici bianchi dell'associazione chiedono quindi a "istituzioni ed organi di controllo preposti un'immediata verifica scientifica e i relativi provvedimenti del caso".

Per l'Amci la modifica "è stata, evidentemente, il frutto di una scelta ben precisa e forse poco ponderata", protestano i medici cattolici in una nota: "Non si può infatti pensare ad una svista omissiva, oppure ad una variazione linguistica o semantica relativa alla cosiddetta 'contraccezione d'emergenza'. Anche perché - incalzano - per ogni medico è ben chiaro che il levonorgestrel non agisce come un semplice contraccettivo, soprattutto se somministrato quando la gravidanza potrebbe già essere iniziata ed essere in corso di evoluzione. Tutti i medici cattolici Amci ritengono che tale modifica costituisca una maliziosa manipolazione dell'evidenza scientifica. E tale manipolazione, per noi medici, risulta quindi inaccettabile, da un punto di vista scientifico, prima ancora che morale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza