cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 18:30
Temi caldi

Farmaci: l'analisi, antivirale inutile contro influenza aviaria

11 aprile 2014 | 17.20
LETTURA: 3 minuti

Roma, 11 apr. (Adnkronos salute) - Milioni spesi inutilmente dagli Stati di tutto il mondo per accaparrarsi dosi di antivirale contro l'influenza aviaria: "Un farmaco con un'efficacia non superiore al paracetamolo". La 'bocciatura' per il Tamiflu* di Roche, protagonista anni fa di una corsa all'acquisto contro il virus che sembrava avrebbe potuto dare origine a una pandemia, arriva da una revisione della Cochrane Collaboration. Stando ai ricercatori il medicinale non avrebbe potuto prevenire il contagio o ridurre le complicanze, ma solo attenuare leggermente i sintomi. Secondo l'analisi il farmaco, prescritto anche durante la pandemia di influenza suina del 2009, avrebbe ridotto la persistenza dei sintomi da 7 giorni a 6,3 negli adulti e 5,8 nei bambini. Un impatto simile a quello del paracetamolo, secondo gli autori del rapporto.

Per Carl Heneghan dell'Università di Oxford, uno degli autori dell'analisi pubblicata su 'Bmj', l'investimento di diversi Stati - Italia inclusa - per dotarsi di scorte di questi medicinali, non ha portato a benefici per la salute. La replica di Roche non si è fatta attendere. L'azienda ha respinto le conclusioni della ricerca evidenziando che queste ultime potrebbero "avere serie implicazioni per la salute pubblica", come riferisce la Bbc online. Secondo Daniel Thurley, direttore medico Roche in Gb, il gruppo della Cochrane avrebbe usato statistiche sbagliate, "che sottostimano sistematicamente i benefici" del medicinale nel mirino, e metodi "non ortodossi" per analizzare gli effetti collaterali. Dal canto suo, il Dipartimento della Sanità britannico ha ribadito l'importanza di avere scorte di antivirali contro il rischio di pandemie, assicurando l'intenzione di esaminare da vicino la review della Cochrane.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza