cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 03:28
Temi caldi

Farmaci: Pani su ok Css ad Avastin, scelta via giusta per tutela pazienti

16 maggio 2014 | 12.07
LETTURA: 2 minuti

Milano, 16 mag. (Adnkronos Salute) - La via indicata dal Consiglio superiore di sanità, nel parere espresso sui farmaci Avastin e Lucentis, "ritengo sia la modalità giusta per tutelare la sicurezza dei cittadini, rispetto alla situazione precedente che era meno controllata". E' il primo commento di Luca Pani, direttore generale dell'Aifa, dopo che ieri è stato reso noto il contenuto del parere espresso dal Css: ok all'uso oftalmologico off-label di Avastin, purché in centri ad alta specializzazione.

L'Agenzia del farmaco, spiega Pani all'Adnkronos Salute, "prende atto del parere. Lo apprezziamo e rispetteremo la legge che dice che le cose si possono fare, ma a determinate condizioni. Il Css precisa che si dovrà procedere con un monitoraggio e che il frazionamento dovrà avvenire in farmacie ospedaliere attrezzate, in condizione controllata di massima asetticità. Idealmente, il porzionamento dovrebbe avvenire nello stesso ospedale dove si fa l'iniezione, per avere una preparazione 'fresca' al bisogno, con garanzie di grande stabilità della molecola. Perché, ricordiamolo, non è mai stata studiata la stabilità in siringa di Avastin. E questa sarebbe una maggiore tutela".

Pani concorda con l'indicazione del Css sull'uso del farmaco in centri di eccellenza: "Condividiamo la posizione espressa anche dal ministro Lorenzin ieri. E' importante che si sia indicato un utilizzo in centri ad alta specializzazione. Aggiungo pubblici, universitari e di oftalmologia ospedaliera. Ci saranno i registri e dunque un attento monitoraggio raccomandato dal Css e previsto dalle norme europee. Useremo il modello messo a punto per Lucentis". E in merito alle conclusioni raggiunte dal Css, rispetto alla posizione che invece a suo tempo portò allo stop dell'uso oftalmologico off-label di Avastin in Italia, Pani precisa: "Noi abbiamo sempre detto che le molecole sono diverse, pur con profili simili, e abbiamo evidenziato il nodo sicurezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza