cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 17:12
Temi caldi

Farmacie: premiate a Milano da Osservatorio Ict in sanita'

08 maggio 2014 | 15.12
LETTURA: 2 minuti

Milano, 8 mag. (Adnkronos Salute) - Farmacie premiate dall'Osservatorio Ict in sanità, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano per promuovere le nuove tecnologie nel campo dell'assistenza territoriale. La piattaforma 'Webcare', realizzata con Asl Milano ma in uso in tutte le farmacie lombarde, realizza l'informatizzazione nella distribuzione dell'assistenza sanitaria integrativa (presidi per diabetici, celiachia, incontinenza, stomia) ed è stata giudicata "un progetto vantaggioso per la collettività e fortemente innovativo a livello tecnologico". La premiazione è avvenuta oggi nel capoluogo lombardo durante il convegno 'Innovazione digitale in sanità: l'Ict non basta'.

"Il progetto Webcare dimostra l'apertura del sistema farmacia all'innovazione - sottolinea Annarosa Racca, presidente di Federfarma, che ha ritirato il premio - La ricetta viene sostituita da un programma di trattamento online - spiega - una prescrizione elettronica che facilita la vita del paziente cronico", al quale tra l'altro "viene consegnata la quantità di prodotto effettivamente necessaria, evitando sprechi. Il sistema permette un controllo dettagliato delle transazioni e della spesa, e una diminuzione del lavoro interno delle Asl. E' una regola di sistema: più controllo, più risparmio".

Gli utenti aventi diritto possono recarsi in qualsiasi farmacia del territorio per ritirare la fornitura prevista, senza bisogno di ricetta, ma solo presentando la tessera sanitaria. Il vantaggio per il Ssn è "un migliore allineamento tra la quantità di prodotti autorizzati e quanto effettivamente viene consumato, con una riduzione dei consumi stimata pari al 16%", evidenzia Federfarma lombardia. Inoltre "Webcare semplifica la vita del paziente, eliminando il processo cartaceo della prescrizione e il conseguente obbligo di accedere mensilmente al distretto, nei giorni e negli orari prefissati, sopportando le lunghe code di attesa. Il paziente può scegliere se ritirare subito tutto il fabbisogno mensile o in diversi momenti, e se non ha bisogno di tutte le forniture di cui ha diritto, può decidere di ritirarle solo parzialmente creando un vero risparmio per la collettività".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza