Cerca

Caso Ruby: Minale, Boccassini non aveva titolarita' a indagare su Ruby

CRONACA

Il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini ''non aveva titolarità'' a compiere atti di indagine sul caso Ruby, come ad esempio gli interrogatori del capo di Gabinetto della Questura Pietro Ostuni e del funzionario di Polizia, Giorgia Iafrate, da cui è derivata l'iscrizione nel registro degli indagati di Silvio Berlusconi per concussione, non essendo assegnataria del procedimento. Lo ha sostenuto il procuratore generale di Milano, Manlio Minale, nel corso dell'audizione davanti al Consiglio superiore della magistratura lo scorso 14 aprile. (segue)




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.