Cerca

Napoli: a 11 anni si finge pedofilo scatenando panico, smascherato da polizia

CRONACA

Ha scatenato il panico in molte sue compagne di scuola e nei loro genitori inviando, attraverso social network e chat sul telefonino, messaggi dal contenuto scabroso che, diceva, erano a lui giunti da un presunto pedofilo che chiedeva di approcciare alcune sue compagne di classe. Grazie alla denuncia di una madre che si è rivolta alla Polizia, però, gli agenti del Commissariato di Nola (Napoli) hanno svolto una serie di indagini appurando che, dietro a quel presunto pedofilo, si nascondeva un ragazzino di appena 11 anni. Che, per rendere ancora più veritieri quei messaggi inviati via chat sui telefonini delle sue compagne di classe, aveva attivato anche un falso profilo Facebook con tanto di foto di un uomo.


Il ragazzino aveva fatto credere che anche lui era stato contattato dall'uomo che chiedeva rapporti sessuali con i minori e paventava rapimenti. Il tempismo dei poliziotti nello svolgere le indagini ha consentito di scoprire quanto realmente stava accadendo restituendo serenità sia dalle compagne di classe dell'undicenne che ai loro familiari, che stazionavano con più frequenza all'esterno dell'istituto scolastico nell'attesa di scorgere persone sospette.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.