Cerca

Immigrati: Kyenge, in Ue necessarie politiche transnazionali

''Abbiamo frontiere che devono essere riconosciute dall'Europa''

CRONACA

''Per l'Europa è venuto il tempo di dotarsi di politiche di immigrazione transnazionali''. Lo afferma l'ex ministro per l'Integrazione Cécile Kyenge intervenendo a margine di Eunomia Master, il corso di alta formazione politico - istituzionale ospitato a Villa Morghen a Settignano (Firenze) con la sua IX edizione dedicata a temi europei.


Kyenge ha preso parte alla lezione ''Società europea e multiculturalismo'' insieme al professore di Demografia Massimo Livi Bacci. ''L'Italia - afferma l'ex ministro - ha bisogno dell'Europa, ma l'Europa deve dotarsi di nuove politiche di integrazione che considerino tutti i fattori socio-economici e politici degli Stati coinvolti. Il nostro Paese è al sud della Ue e al centro del Mediterraneo''.

''Abbiamo frontiere che devono essere riconosciute come porta di ingresso nella Comunità europea. Questo vuol dire cambiare strategie a livello europeo. Vuol dire - spiega l'ex ministro - che l'Europa deve dotarsi di politiche di immigrazione transnazionali e di una nuova visione per la gestione dei richiedenti asilo, una questione che non compete solo all'Italia ma a tutti gli Stati membri della Ue''. (segue)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.