Cerca

Caso Ruby: commissione Csm, Bruti non motivo' fascicolo a Boccassini

CRONACA

L'assegnazione del fascicolo sul caso Ruby a Ilda Boccassini da parte del procuratore capo Edmondo Bruti Liberati ''è avvenuta nella prima fase solo verbalmente'' e poi ''è stata successivamente confermata con provvedimento formale privo tuttavia di motivazione''. Lo sottolinea la settima commissione del Consiglio superiore della magistratura nella relazione approvata a maggioranza la scorsa settimana sul caso dello scontro alla procura di Milano.


La motivazione sarebbe stata opportuna ''per scongiurare qualunque possibilità di rischio di esporre l'ufficio al pur semplice sospetto di una gestione personalistica di indagini delicate concernenti un esponente di spicco della politica nazionale'', sottolinea la commissione con riferimento a Silvio Berlusconi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.