Palermo, coltiva marijuana sul balcone mentre è ai domiciliari: arrestato

CRONACA
Palermo, coltiva marijuana sul balcone mentre è ai domiciliari: arrestato

Coltivava marijuana in casa ma e' stato scoperto e arrestato. E' accaduto a Monreale (Palermo) dove i Carabinieri del Nucleo Operativo, nel corso di un servizio finalizzato al controllo degli arrestati domiciliari, hanno fermato un uomo di 24 anni, sottoposto a regime della detenzione domiciliare. Durante l’ispezione dell’abitazione, i Carabinieri hanno notato qualcosa di insolito sul balcone di casa. Il giovane aveva improvvisato sul terrazzo una piccola serra al cui interno coltivava marijuana. Sul balcone i militari hanno rinvenuto quattro piccole piante di marijuana, alte circa 50 centimetri che venivano posti sotto sequestro per consentire i successivi accertamenti di laboratorio. Il controllo dunque si è trasformato in una perquisizione che ha consentito ai militari di rinvenire qualche grammo di sostanza stupefacente del tipo hashish e un bilancino di precisione. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici dell’Enel, chiamati a verificare lo stato del contatore e della fornitura di energia elettrica, che hanno accertato l’esistenza di un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica, aggravando così la sua posizione giudiziaria.


Il giovane è stato dichiarato in stato di arresto con una duplice accusa: coltivazione e detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato. Dopo le formalità di rito, il giovane, dopo aver trascorso la notte ai domiciliari, e' stato giudicato con rito direttissimo. Nel corso dell’udienza, il prevenuto ha patteggiare una pena a quattro mesi di reclusione e la multa di 200 euro. Sebbene la pena gli sia stato sospesa, il giovane è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari, per reati in materia di stupefacenti, al vaglio del Gip del Tribunale di Arezzo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.