Dolciumi scaduti e fichi secchi con parassiti, sequestrate 60 tonnellate di alimenti di Natale/Video

CRONACA
Dolciumi scaduti e fichi secchi con parassiti, sequestrate 60 tonnellate di alimenti di Natale/Video

Oltre 60 tonnellate di prodotti natalizi sequestrate dai carabinieri dei Nas (Nuclei Antisofisticazioni e Sanità) e dei Nac (Nuclei Antifrodi Carabinieri), impegnati, su tutto il territorio nazionale, in controlli mirati sia sulla sicurezza alimentare che sulla qualità, che hanno portato a scoprire, tra l'altro, dolciumi scaduti pronti a finire nelle calze della Befana e fichi secchi in decomposizione invasi dai parassiti.


Negli ultimi 20 giorni, i Carabinieri hanno posto sotto osservazione industrie di prodotti dolciari, pasticcerie, mercati ortofrutticoli ed ittici, depositi alimentari e caseifici. In tale quadro sono state eseguite oltre 2000 ispezioni - più di 100 al giorno - rilevando irregolarità nel 20% delle strutture controllate, accertando 600 violazioni alle normative nazionali e comunitarie, segnalando oltre 650 persone alle Autorità Giudiziarie e Amministrative ed elevando sanzioni amministrative per 670 mila euro. I controlli hanno portato anche al sequestro di 56 tra strutture, stabilimenti, depositi alimenti e laboratori.

L’attività svolta ha consentito, inoltre, di individuare e sottrarre al consumo oltre 60 tonnellate di alimenti, tra cui 30 mila Kg di prodotti di pasticceria e dolciari e 1000 Kg di prodotti ittici di ignota provenienza, in cattive condizioni igienico-sanitarie, stoccati in ambienti inadeguati, con date di scadenza superate o venduti come produzione artigianale pur essendo industriali.

In particolare, a Salerno, presso un deposito alimentare i Carabinieri hanno sequestrato 180 quintali di prodotti dolciari (per un valore di 400 mila euro) tra cui pacchi di cioccolata e caramelle con date di scadenze ampiamente superate anche dal 2007, i cui singoli pezzi - non riportanti l’indicazione della data di scadenza oppure rimossa- sarebbero stati utilizzati per riempire le calze dell’epifania da vendere sui banchi ambulanti.

All’interno della stessa struttura era stato allestito un laboratorio abusivo, privo dei requisiti igienico-strutturali, in cui veniva rinvenuta frutta secca, in particolare fichi in decomposizione ed invasi da parassiti, lavorata con cioccolata contenuta in grandi bidoni .



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.