Cerca

Padre Graziano resta in carcere, il Riesame gli nega la libertà

E' stato arrestato il 23 aprile scorso per la scomparsa di Guerrina Piscaglia

CRONACA
Padre Graziano resta in carcere, il Riesame gli nega la libertà

(Fermo immagine da 'Chi l'ha visto")

Padre Graziano resta in carcere. Il Tribunale del Riesame di Firenze, con sentenza depositata oggi, ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dal suo difensore, l'avvocato Luca Fanfani. Il religioso congolese Gratien Alabi, 45 anni, è accusato di omicidio volontario e distruzione del cadavere di Guerrina Piscaglia, la parrocchiana scomparsa il 1 maggio 2014 da Ca' Raffaello, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo).


Dunque, padre Graziano resta rinchiuso nella sua cella del carcere di Arezzo, dove si trova dal 23 aprile scorso, quando venne arrestato a Roma su ordine del gip del Tribunale di Arezzo, Piergiorgio Ponticelli. Chi lo ha potuto avvicinare, racconta che l'ex parroco prega e resta pressochè sempre in silenzio.

L'avvocato Fanfani aveva chiesto al Riesame la scarcerazione per mancanza di prove o in subordine gli arresti domiciliari. Padre Graziano, che finora si è avvalso della facoltà di non rispondere, potrebbe cambiare la sua strategia dopo questa decisione dei giudici di Firenze.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.