Cerca

Google X, nel 2017 spedizioni flash con i droni

CRONACA
Google X, nel 2017 spedizioni flash con i droni

Consegne rapide in 30 minuti. Sembra un sogno? Non lo è. Si tratta dell'ambizioso 'Progetto Ala' di Google X. Dave Vos, l'esecutivo a capo del progetto, ha discusso il problema alla conferenza sul controllo del traffico aereo che si è tenuta a Washington. Il suo obiettivo è di avere dei droni che consegnino i pacchi entro il 2017.


Si tratta di un progetto molto ambizioso, anche perché la FAA non ha ancora finalizzato nuove regole riguardo l'utilizzo dei droni a scopi commerciali. I droni dovrebbero operare in zone abitate, il che è ancora illegale per motivi di sicurezza. Inoltre bisognerebbe mettere a punto un sistema che permetta ai droni di rilevare la reciproca presenza ed evitare di scontrarsi in aria.

Gur Kimchi, capo del programma 'Prime Air' di Amazon, ha presentato alla convention UTM della NASA la sua visione di come dovrebbe avvenire la spedizione tramite i droni. Durante il decollo e l'atterraggio i droni dovrebbero arrivare a volare solo fino a 60 metri, al contrario dei 120 metri attualmente permessi dalla FAA. Lo spazio aereo da 60 a 120 metri sarebbe riservato per il transito ad alta velocità. Mentre gli aerei e gli elicotteri, viaggerebbero al di sopra dei 150 metri. I droni, naturalmente, dovrebbero evitare gli aeroporti e i percorsi utilizzati dagli aerei per il decollo e l'atterraggio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.