Cerca

Da parco 'gioiello' all'abbandono, la decadenza di Villa Torlonia

CRONACA
Da parco 'gioiello' all'abbandono, la decadenza di Villa Torlonia /FOTO

(Ramo pericolante a Villa Torlonia)

di Assunta Cassiano


Un ramo pericolante, un tombino rialzato, l'erba alta, rifiuti sparsi in quello che era uno dei parchi 'gioiello' della capitale. Si presenta così Villa Torlonia (FOTO). Dall'ingresso di via Siracusa la scena è desolante. Ad accogliere turisti e residenti un passeggino abbandonato tra i cespugli, un cuscino e gli scatoloni di imballaggio di una televisione. Erba alta in alcuni punti, del tutto scomparsa in altri.

A tenere lontani i visitatori da un ramo pericolante solo il nastro segnaletico rosso e bianco posto intorno a tre pini. Da qualche giorno ad attirare l'attenzione di chi frequenta il parco un cartello affisso proprio sull'albero: 'Mi chiamo Pino, ho un ramo pericolante da mesi... se ammazzerò 'qualcuno" di chi sarà la colpa?' la scritta, accompagnata da una freccia rivolta verso l'alto ad indicare che il pericolo è un grosso ramo, ormai secco, spezzato e a forte rischio caduta.

Pochi passi più in là restaurata da anni ma abbandonata nell'incuria totale la Serra Moresca. I rovi intorno alla recinzione sono così alti che in alcuni tratti ne impediscono quasi la vista.

Il vialetto che conduce verso la Casina delle Civette, una delle principali attrazioni, non è messo meglio: scavato dall'acqua è un percorso a ostacoli per chi con un passeggino pensa di poter fare un giro nel parco. A un certo punto poi continuando a camminare si incontra o meglio si inciampa in un tombino rialzato avvolto sempre dal noto nastro bianco e rosso.

Non va molto meglio nell'area dei musei e del teatro, fresco di restauro, che si affaccia su via Nomentana. Le palme di uno dei giardini più belli della capitale sono in sofferenza. I residenti che frequentano la villa si sono organizzati in un comitato che quasi quotidianamente denuncia lo stato di degrado della villa dove, a diversi mesi di distanza dallo scandalo di Mafia Capitale che ha paralizzato la gestione del verde pubblico nella capitale, poco o nulla si muove.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.