Cerca

Auto di banditi contromano su Passante Mestre, muore una donna

CRONACA
Auto di banditi contromano su Passante Mestre, muore una donna

Foto di repertorio (Fotogramma)

Una folle corsa a 150 km/h contromano che ha causato la morte di una donna. Le forze dell’ordine di Veneto e Friuli Venezia Giulia stanno dando la caccia a un’Audi gialla RS4 da 300 Cv che a bordo avrebbe un gruppo di malviventi che ieri sera hanno percorso cinque chilometri contromano sul Passante di Mestre. L’auto, rubata il 26 dicembre scorso a Malpensa (Milano), era stata intercettata per la prima volta dai carabinieri nella zona di Abano Terme, dopo un tentato furto in una abitazione nei giorni scorsi, prima a Noventa di Piave e poi a Montebello.


Ieri sera, prima dell'una, è ricomparsa sul Passante di Mestre all’altezza di Preganziol in direzione ovest verso Padova. Nel giro di pochissimi minuti, l’auto è stata poi ripresa all’inizio del sottopasso San Silvestro in direzione di marcia corretta percorrendo in 7 minuti 25 km con una velocità di 220 km/h. Trovando, all’uscita del sottopasso, il blocco dovuto a un incidente, l’auto ha imboccato lo svincolo per l‘A57 in direzione Venezia.

A quel punto ha effettuato un’inversione di marcia nel sottopasso dello svincolo stesso e ripercorso lo stesso tragitto contromano a cavallo fra la corsia di emergenza e la corsia di marcia lenta a oltre 150 km orari. L’Audi ha imboccato contromano il sottopasso di San Silvestro un paio di minuti dopo l’una. Nello stesso punto subito dopo in direzione opposta stavano transitando un furgoncino Mercedes Sprinter e un’Opel Astra guidata da una donna.

Dopo pochi secondi, all’uscita del sottopasso in direzione ovest e in corrispondenza dello svincolo per l’A57 in direzione Venezia, l’Opel Astra è piombata sullo Sprinter fermo a causa della coda legata al primo incidente fra un' autocisterna e spargisale. Nonostante l’intervento immediato dei soccorsi, la donna alla guida della Opel Astra è morta sul colpo. Pochi minuti dopo, l’Audi in contromano, ha imboccato lo svincolo di Spinea ovest abbattendo una delle sbarre del casello per scomparire.

Tecnici e gli esperti di monitoraggio di Cav stanno collaborando strettamente, con gli uomini della Polizia Stradale di Venezia per ricostruire le dinamiche dei due incidenti e per fornire alle forze dell’ordine ogni informazione utile.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.