Cerca

Roma, 'blitz' del candidato sindaco di Casapound nel campo rom: "Via Mirri va liberata"

CRONACA
Roma, 'blitz' del candidato sindaco di Casapound nel campo rom: Via Mirri va liberata

Il solaio crollato nell'ex deposito Cotral

"L'ex deposito Cotral di via Giuseppe Mirri va sgomberato. Domani alle 10.30 sarò lì con il candidato presidente del IV Municipio Mauro Antonini per vedere di persona questo insediamento abusivo nel quale oltre 400 rom vivono accampati oramai da tre anni, in condizioni vergognose e con le conseguenze immaginabili in termini di sicurezza e tranquillità per i cittadini del quartiere". Ad affermarlo all'Adnkronos è Simone Di Stefano, candidato sindaco di Roma e vicepresidente di Casapound Italia, che, dopo la tragedia sfiorata di sabato scorso, quando una parte del solaio della struttura è crollato senza fortunatamente fare feriti, annuncia per domani mattina una visita all'insediamento.


"Sabato si è sfiorata una tragedia con il crollo di un solaio, ma nemmeno questo è bastato perché le istituzioni si convincessero a intervenire e a mettere fine a questa situazione di anarchia totale", aggiunge Di Stefano, che sottolinea: "Lo sgombero non è più rinviabile. I residenti non accettano più scuse. Il quartiere va liberato".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.