Cerca

Panama Papers, Briatore: "Stufo di essere tirato in ballo quando si parla di evasione"

CRONACA
Panama Papers, Briatore: Stufo di essere tirato in ballo quando si parla di evasione

Flavio Briatore (Fotogramma)

"Sono stufo di essere tirato in ballo ogni volta che si parla di evasione! Le attività italiane pagano il dovuto in Italia e le altre società pagano nei paesi dove risiedono". Così Flavio Briatore sul suo profilo Instagram, dopo che 'L'Espresso' ha fatto il suo nome in merito al dossier Panama Papers, nell'anticipazione del nuovo numero su altri 100 italiani legati allo studio Mossack Fonseca.


Nell'articolo de 'L'Espresso' Briatore viene associato alla Struie, "una cassaforte offshore usata da Silvio Berlusconi e Flavio Briatore - si legge nel settimanale - benché i loro nomi non compaiano direttamente nelle carte panamensi".

A stretto giro di posta la replica di Briatore, che su Instagram ha pubblicato uno screenshot di un comunicato stampa nel quale precisa di "operare legittimamente con società in tutto il mondo che pagano le tasse nei paesi in cui gestiscono gli affari".

"La documentazione della società è stata fornita spontaneamente alla Procura di Milano fin dal 2005 - si legge ancora nel comunicato - che ne aveva necessità nell'indagine Mills. Ovviamente alcuna censura è stata mossa, né fiscale né personale per Briatore ed il Trust di cui è beneficiario attesta la legittimità della operatività della società".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.