Roma, da meccanico a spacciatore: coltiva marijuana in casa e viene arrestato

CRONACA

Da meccanico a spacciatore: un 42enne, che dopo aver lavorato come meccanico in un’officina di Ostia si era messo in proprio, oberato dai debiti, ha intrapreso la strada della produzione e dello spaccio di droga. Ma è stato scoperto e arrestato, insieme alla compagna, dagli agenti del commissariato Lido, diretto da Rossella Matarazzo.

Gli agenti erano sulle sue tracce da qualche tempo fin quando, ieri, lo hanno fermato e sottoposto a un controllo. L'uomo è stato trovato con quattro grammi di hashish nelle tasche dei pantaloni, ma gli accertamenti sono proseguiti nella sua abitazione, dove i poliziotti hanno trovato una piccola serra dalla quale era stata da poco raccolta marijuana.

Dalle indagini è emersa molta cura: appesi al muro c'erano infatti calendari, sui quali l’uomo annotava scrupolosamente le date in cui venivano piantati i semi, quando venivano annaffiate le piante e quando, alla fine, l’“erba” veniva raccolta. In tutto, gli agenti hanno trovato cinque involucri contenenti marijuana, per un totale di circa tre etti, oltre a 400 semi, di diverse qualità, della stessa pianta. Sono stati trovati inoltre, nascosti sotto un divano, otto panetti di hashish, per circa un chilo di stupefacente, oltre ad una somma di danaro contante di circa 3.000 euro.

Le indagini non sono comunque concluse. Da alcuni particolari rilevati sulle confezioni dello stupefacente gli investigatori cercheranno di risalire alla sua provenienza. Al termine, per l’uomo e la sua compagna sono scattate le manette. Produzione e spaccio di sostanze stupefacenti i reati di cui dovranno rispondere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.